Guidonia Montecelio e Tivoli assieme per l’accordo Quadro per il rilancio del settore estrattivo

Occupazione, ambiente e marchio di qualità per uno sviluppo sostenibile del comparto, sono questi i temi al centro dalla richiesta avanzata alla Regione Lazio  dal Sindaco di Guidonia Montecelio Michel Barbet e di Tivoli Giuseppe Proietti per definire quanto prima un accordo quadro sul settore estrattivo.
“Il documento prevede la definizione di norme e percorsi che assieme a Regione Lazio, imprenditori e cittadini- spiegano i Sindaci Barbet e Proietti- si arrivi alla definizione puntuale di un piano che garantisca la razionale e sostenibile prosecuzione delle attività estrattive, ma che abbia come altro e chiaro obiettivo il risanamento ambientale, morfologico e paesaggistico del territorio”.
Le Città di Guidonia Montecelio e Tivoli assieme, quindi, per puntare ad un vero e proprio rilancio capace di coniugare sviluppo, lavoro e tutela dell’ambiente e del cittadino. “E’ un decisivo passo avanti- concludono i due Sindaci- che siamo sicuri porterà al superamento delle difficoltà che da decenni affliggono il comparto estrattivo, occupazione e tutela dell’ambiente in testa. Si tratta di una proposta concreta e congiunta che porteremo in Regione in modo che diventi parte integrante di un percorso amministrativo e normativo efficace”.

2 pensieri riguardo “Guidonia Montecelio e Tivoli assieme per l’accordo Quadro per il rilancio del settore estrattivo

  • 12 Novembre 2019 in 19:28
    Permalink

    Avete tolto il lavoro a centinaia di lavoratori cercate de fare in fretta I mutui camminano non adpettano I vostri comodi politicu

    Risposta
  • 16 Novembre 2019 in 19:01
    Permalink

    Credo che l’estrazione nn sia molto compatibile con altri piani di risanamento….. Quindi, prima si potrebbe dare la possibilità di estrarre tutto il possibile, chiaramente con il rispetto delle regole, in primis la sicurezza di chi ci lavora…… Poi quando sarà il momento si stabilisce un bel piano di risanamento…. Che sicuramente creerà altro lavoro per altri 50 anni.
    Buona sera.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *