TIVOLI – Botte di Capodanno a Ovindoli, pestato il figlio dell’ex sindaco Vincenzi: è caccia al branco

Il 24enne Francesco era in Abruzzo con gli amici per festeggiare il 2020: ora è in ospedale con varie fratture al volto. Uno degli aggressori è di Castel Madama

02 / 01 / 2020

Cosa abbia fatto scattare la scintilla ancora non è chiaro, certo è che ne ha prese talmente tante da dover essere ricoverato in ospedale.
E’ stato un fine 2019 amaro per Marco Vincenzi, ex sindaco di Tivoli e attuale capogruppo del Partito Democratico in Regione Lazio. Il secondogenito Francesco, 23enne studente universitario, è stato vittima di un vero e proprio pestaggio avvenuto all’alba del 31 dicembre ad Ovindoli, la località sciistica abruzzese, ed ora è ricoverato all’ospedale “San Giovanni Evangelista”.
Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri della locale stazione, il fatto è avvenuto alle 3 del mattino nella centralissima Piazza San Rocco di Ovindoli. Pare che in quel momento Francesco Vincenzi fosse da solo, quando un gruppo di coetanei lo avrebbe aggredito a schiaffi, pugni e calci, sferrati mentre il ragazzo era già in terra.
Accompagnato in pronto soccorso, i medici hanno segnalato il caso ai carabinieridel comandante di stazione diretti dal maresciallo Sante Benedetti, che hanno individuato uno dei responsabili del gesto. Si tratta di un giovane di Castel Madama, probabilmente anche lui a Ovindoli per trascorrere le vacanze di Natale.
Francesco Vincenzi è attualmente ricoverato nel nosocomio di via Parrozzani con una prognosi di 25 giorni per valutare se sia necessario o meno un intervento chirurgico. Il padre e consigliere regionale Marco Vincenzi affida il commento al legale di fiducia, l’avvocato Giuseppe Baisi. “Siamo fiduciosi – dice – nel fatto che i carabinieri accertino presto l’identità degli altri aggressori”.