Tor Lupara, imbrattata la lapide dedicata a Lando Ballotti

07 / 01 / 2020

È stata imbrattata in questi giorni la lapide dedicata al geometra Lando Ballotti a cui è dedicata la rotatoria alla fine di Tor Lupara. Era stata inaugurata lo scorso 20 marzo per rendere omaggio all’ideatore della Nomantana bis, che aveva dedicato il suo tempo libero a questa causa come rappresentante del comitato cittadini.

Lando Ballotti si è spento nel 2012 a 88 anni, poco prima dell’inaugurazione della Nomentana bis. Il geometra era originario di Lama Mocogno, in provincia di Modena, dove è stata tumulata la salma. Aveva lavorato per una vita con la società Autostrade. Da lì era nata la passione per la viabilità e i tracciati, anche perché il traffico a Tor Lupara è il problema più sentito. Dunque questo era anche il suo modo per sentirsi utile per questa comunità che lo aveva “adottato”.

Ballotti aveva un carattere estroverso, mai sopra le righe. La Nomentana bis è stata per anni al centro delle polemiche politiche e lui, che si definiva un tecnico, non ci è mai voluto entrare, né schierarsi con qualcuno. Non voleva stare al centro dell’attenzione e uscire sui giornali, ma qualche anno fa raccontò a Tiburno come nacque la Nomentana bis. L’idea gli venne quando andò a seguire un convegno organizzato dal Rettore della Sapienza Tecce, che presentò alla Mezzaluna un progetto ambizioso sull’ex clinica Madonna delle Rose. Del progetto poi non se ne fece più nulla, ma quel giorno qualcosa nacque.