GUIDONIA – Il preside Eusebio Ciccotti: «Studiare in collina è fantastico! »

Intervista al nuovo dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Montecelio-Sant’Angelo Romano: “Genitori di Guidonia, Bagni e Roma, iscrivete i vostri bambini qui, cresceranno in un’autentica eco-scuola”

15 / 01 / 2020

Dal primo settembre 2019 il nuovo dirigente reggente dell’Istituto Comprensivo di Montecelio Sant’Angelo Romano è il professor Eusebio Ciccotti, già Dirigente titolate dell’I.I.S. “via Roma 298” (ex Liceo Majorana e Tecnico Pisano).
Ciccotti, ex docente del Pisano, da dieci anni responsabile del Polo Liceale e Tecnico di via Roma non appare scoraggiato da un ulteriore impegno che “mi è stato affidato dal Ministero e che ho accettato di buon grado, per aiutare il territorio”.
Signor preside come fa a seguire oltre i circa 2000 allievi del Polo Liceale e Tecnico di via Roma anche i 500 ragazzi delle due scuole di Montecelio e Sant’Angelo? Dovrà girare, immagino, con la sua auto come un taxista?
(Sorride) I giri da fare ci sono. Ma debbo dire che sono fortunato. Posso contare su un eccellente staff di vicepresidi e collaboratori sia all’ex Majorana che all’ ex Pisano che al Liceo delle Scienze Umane in Guidonia centro. Cui, appunto, si sono aggiunti quest’anno le nuove collaboratrici e collaboratori di Montecelio e Sant’Angelo, molto attivi e preparati, dall’infanzia, alla primaria, alla media.
Vado a Montecelio e Sant’Angelo dalle due alle tre volte a settimana. Talvolta una. Ma appena mi chiamano corro. I bambini e le famiglie non possono aspettare. Per i casi urgenti sono reperibile anche nei festivi sino alle 22.00.
Un “preside 118”?
(Ride) Oddio, se un genitore/trice ha urgenza reale perché farli aspettare o fargli perdere giorni di ferie per conferire con il preside? Penso che il compito di un responsabile sia di essere a disposizione sempre. Intanto si vede quello che si può fare sul momento. Poi si interviene con più calma.
Come ha trovato il Comprensivo e come lei si trova a lavorarci visto che non ha esperienza di direzione di una scuola con alunni da tre a quattordici anni?
Benissimo. Sono rimasto sorpreso dalla qualità di tutto il corpo docente. Preparato e amorevole verso i più piccoli. All’Infanzia e alla Primaria, le docenti sono amatissime dai bambini che, ovviamente, le vedono come seconde mamme. E come lavorano! Disegni, ritratti, costruzioni, recitazione, il presepe vivente a Natale, … Sono doti didattiche e formative che le maestre hanno acquisito negli anni. Poi il personale non docente è gentile e sempre disponibile. Per la media è lo stesso alto livello. Solo che, essendo i bambini più grandi, già si fanno progetti di studio maggiormente articolati. Uno dei fiori all’occhiello, inoltre, è lo studio della lingua romena.
Prevede di creare una continuità didattica tra la Media di Montecelio – Sant’Angelo e la Secondaria superiore di via Roma?
Certo. Nei due Collegi docenti di inizio anno abbiamo proposto delle collaborazioni con gli indirizzi Liceali e Tecnici cha dirigo a Guidonia. Collaboreranno insieme docenti della Media e della Secondaria, per i due macro assi della formazione, poi necessaria per gli studi universitari: linguistico-umanistico-artistico e tecnico-economico-giuridico-scientifico.
Progettiamo di ospitare i ragazzi della Media nei nostri laboratori di via Roma e via Zambeccari e al tecnico del bivio, con a tutor gli allievi frequentanti il quarto e il quinto della Secondaria Superiore.
Ora siamo in tempo di iscrizioni. Perché dovrebbero iscriversi a Montecelio e a Sant’Angelo i bambini e i ragazzi della prima elementare e della prima media?
Perché l’ambiente è naturisticamente sano e accogliente. L’aria è leggera e non inquinata. La mattina si vede far capolino, da dietro i nostri monti Lucretili, la circonferenza del sole che sorge. La campagna sotto Montecelio e Sant’Angelo dispiega inattese pennellate leopardiane.
Si ode il canto del gallo. È spettacolare. Semplicemente fantastico. I bambini di Guidonia, purtroppo, vedono solo muri di palazzi intorno alle loro scuole. Respirano lo smog delle auto. E, ancor peggio, non sanno come canti un gallo.
Lei ha fatto uno spot?
Sì. Ma sincero. E non ho finito.
Prego.
Genitori di Guidonia, Bagni e Roma, andate controtendenza! Iscrivete i vostri bambini a Sant’Angelo e Montecelio! Cresceranno in un’autentica eco-scuola.