Monterotondo – Arte e Scienza al Catullo per la notte bianca del liceo Classico

l’evento venerdi 17 gennaio ha avuto ospiti d’onore il Sindaco Riccardo Varone e il giornalista Flavio Alivernini

Recitazione, balli, musica, dibattiti, incontro con l’autore, spettacoli di scienza e altre manifestazioni culturali, venerdi 17 gennaio, hanno movimentato il Liceo “Gaio Valerio Catullo” di Monterotondo nella Notte Nazionale del Liceo Classico2020. Anche quest’anno si è registrata una notevole affluenza di pubblico: alunni, genitori ed ex alunni, che ricordano con piacere la loro scuola e I loro professori. La manifestazione, dal tema “Classici contemporanei”, coordinata dai professori Rosanna Sciacca e Corrado Giacomelli, è iniziata con i saluti del Sindaco, Riccardo Varone, che ha lodato l’impegno di studentesse e studenti e dei loro docenti, che, per una serata, diventano protagonisti di un modo alternativo e innovativo di “fare scuola” e di affrontare i temi classici. Anche le parole della Dirigente, Maria Teresa Massimetti, sono state di incoraggiamento nei confronti di una iniziativa che mette in risalto l’attualità della cultura classica e il suo valore formativo.
Le studentesse e gli studenti sono stati bravissimi nelle loro esibizioni: coordinati dai loro docenti – Susanna Ciolli, Donatella Giordano, Angela Preziosi, Tiziana Berti, Fortunata Romeo, Monica Ziarek, A. Gruttadauria, Barbara Manfellotto e Anna Claudia Masci e dall’ attrice e regista Gina Capuzzi – hanno messo in scena diverse rappresentazioni: il famoso banchetto in “Amore ospite di Trimalcione”, gli spettacoli di musica e danza “L’ ascesa di Icaro” e “Libertà negata”, e la pièce teatrale “Giro di vite “, nata da una rivisitazione di brani di autori classici e contemporanei sul tema della vita e delle sue passioni.
Il pubblico ha apprezzato anche gli interventi degli ospiti esterni: il giornalista e scrittore Flavio Alivernini sul tema comunicazione politica e fake news, e gli scienziati di Tor Vergata Francesco Filoscia e Francesco Pezone e i loro coinvolgenti sperimenti spettacolari.
Persino gli studenti del primo biennio si sono cimentati in appassionanti Debate: “Didone versus Enea”, “Ragione di stato versus ragione del cuore”, “Sapere e non sapere”. Hanno proiettato un loro video “Frammenti dal passato” sull’attività di valorizzazione dei monumenti e suonato musica rock-pop.
La serata, svoltasi in contemporanea ad altri 436 licei classici italiani, ha avuto dei momenti in comune: è iniziata con la proiezione del video ufficiale della manifestazione, “L’ombra delle nuvole” del cantautore Francesco Rainero e con le parole di augurio del prof. Rocco Schembra, del Liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale, ideatore della manifestazione. È stato letto l’elaborato di Gabriel Bianchi, vincitore del Concorso di scrittura creativa della NNLC2020, sul tema dei cambiamenti climatici. La serata si è conclusa, verso mezzanotte, in contemporanea, con la lettura in greco e in italiano dei brani 1-38 dell’ “Agamennone” di Eschilo.
Da segnalare, infine, l’ eccellente servizio d’ordine degli studenti che ha permesso il sereno svolgimento della serata.