Monterotondo, partono i progetti di educazione al primo soccorso nelle scuole

E’ stato consegnato proprio ieri, presso la scuola eSpazia, un defribillatore automatico donato dalla Cooperativa AISS.

Questo evento di consegna rientra in un più ampio progetto di educazione al primo soccorso, coordinato dall’Amministrazione Comunale di Monterotondo, che introduce nel percorso scolastico gli aspetti teorico-pratici dell’emergenza sanitari e delle manovre salvavita. L’Ares 118 ha già svolto, infatti, un percorso formativo per tutto il personale scolastico che ha potuto apprendere come riconoscere le situazioni di emergenza e di pericolo, e come assistere una persona in difficoltà nell’attesa che arrivino i soccorsi.

“Quando la rete delle Associazioni, il comune si relazionano– commenta la Consigliera Chiara Coltella presidente della commissione politiche educative– e interconnettono con la scuola nascono iniziative di grande spessore. Ringrazio la Coop AISS per la grande sensibilità nel voler garantire l’inviolabilità assoluta del “ diritto alla vita”, sottolineando come donazione di questo strumento permetterà di affrontare situazioni di emergenza con maggiore tranquillità e senso di responsabilità”.

Inoltre, per dare la maggiore diffusione possibile alla cultura del primo soccorso l’Amministrazione Comunale, su proposta dell’Assessore Matteo Garofoli, ha patrocinato diversi progetti da realizzare in tutte le scuole del territorio:

– “A scuola di cuore” promossa dall’Associazione Amici di Francesco Onlus nell’ambito della didattica dell’Associazione Salvamento Accademy;

– “ A Casa come a Scuola” dell’Associazione DAE Didattica all’Emergenza;

– “Saluti-Amo Cri” e “Germogli di Cri” della CRI – Croce Rossa Italiana.

Le iniziative finalizzate a promuovere la sicurezza negli ambienti scolastici rivolti ai bambini, alle insegnanti e alle famiglie si svolgeranno durante l’anno scolastico, sviluppando e diffondendo la cultura del “soccorso adeguato al prossimo”, ponendo attenzione anche all’emergenza sanitaria pediatrica. “Siamo pienamente convinti che iniziative di questo tipo– afferma l’Assessore alle Politiche Educative Matteo Garofoli – permetteranno di ridurre drasticamente eventi drammatici. Una maggiore diffusione della cultura del primo soccorso è un patrimoniofondamentale per l’intera comunità e per questo dobbiamo partire dalle scuole lì dove la comunità nasce e si forma”.