We Rosa a Monterotondo. Eventi e iniziative contro la discriminazione di genere

UPE e Assessorato organizzano 48 eventi e promuovono un milione di passi contro la discriminazione di genere.

Caterina Manco, Presidentessa dell’Università Popolare Eretina, e Marianna Valenti, Assessore alla Cultura del Comune di Monterotondo, stamattina alle 12 hanno presentato il programma e la struttura di WeRosa, la tre giorni di eventi culturali che si terrà a Monterotondo tra il 6 e l’8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, e per festeggiare i 25 anni dalla nascita dell’UPE.

Dal venerdì alla domenica si susseguiranno 48 eventi organizzati da 30 associazioni locali, in 16 location eretine, dove il teatro, la fotografia, il cinema, la musica, l’arte daranno voce alle donne. Artiste come Francesca Reggiani con lo spettacolo Souvenir, Stefania Spanò con le tavole della sua Anarkikka, l’installazione del collettivo Non una di Meno, Alessandra Mosca Amapola e Lisa Rosamilia con il reading su Frida Kahlo sono solo alcune di coloro che animeranno Monterotondo per sensibilizzare sulle tematiche di genere.

Uno degli eventi clou si terrà la mattina dell’8 marzo ed è chiamato la Passeggiata in Rosa: se mille persone copriranno la distanza dei mille passi che separano il Duomo dalla sede dell’UPE, si saranno fatti un milione di passi per colmare il gap di genere.

Per partecipare agli eventi, siano essi a numero chiuso o illimitato, occorre registrarsi al sito dell’UPE www.upemonterotondo.com/werosa oppure agli infopoint WeRosa