PALOMBARA SABINA – Ressa in frutteria, arrivano i vigili urbani: chiusa

Controlli a tappeto della Polizia locale tra giovedì e venerdì. Stanotte 30 auto fermate, tutti in regola: tornavano da lavoro

Quando sono arrivati hanno trovato una decina di clienti all’interno a una distanza inferiore di un metro l’uno dall’altro. Per questo ieri, venerdì 13 marzo, gli agenti della Polizia Locale di Palombara Sabina e Marcellina hanno denunciato un commerciante di frutta per aver violato il Decreto emesso mercoledì 11 marzo dal Presidente del Consiglio dei Ministri e finalizzato a prevenire il contagio del Coronavirus.
Il commerciante rischia l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino a 206 euro, ma per lui le “grane” non sono finite.
Durante il blitz, eseguito a Palombara nell’ambito dei controlli per la verifica del rispetto delle disposizioni governative, i vigili urbani coordinata dal comandante Stefano Mormone hanno inoltre accertato nella frutteria un ampliamento non autorizzato della superficie di vendita e per questo è scattata la sospensione dell’attività commerciale per tre giorni.
Anche oggi, sabato 14, proseguono i pattugliamenti a turni da parte degli 8 agenti di Palombara Sabina e dei tre in forza al Comando di Marcellina, che tra giovedì e venerdì hanno fermato e controllato 115 persone tra commercianti, pedoni e automobilisti.
Stanotte tra le 20 e mezzanotte i vigili diretti dal comandante Mormone hanno effettuato controlli e pattugliamenti fermando circa 30 auto tra Palombara, Cretone e Marcellina: alla guida tutte persone che hanno dimostrato di ritornare dal lavoro.