GUIDONIA - Cassa Integrazione per 20 alla IHG, i sindacati denunciano

Secondo Cgil, Cisl e Uil i lavoratori della clinica non sarebbero in esubero

23 / 03 / 2020

Procedura di integrazione Salariale per 20 Operatori Sanitari con diversa qualifica. E’ la comunicazione preventiva attivata dalla Italian Hospital Group, la clinica di Guidonia specializzata nella cura dell’Alzheimer.
Una comunicazione contestata integralmente da Cgil, Cisl e Uil che hanno richiesto la revoca della procedura in quanto priva di fondamento oggettivo.
A denunciare la vicenda è Dimitri Cecchinelli, rappresentante di Cisl Fp Roma Rieti.
“I lavoratori presso la Struttura IHG di Guidonia non risultano essere in esubero – premette in una nota congiunta con le altre sigle sindacali – Nonostante la flessione negativa dei posto letto descritta dalla Responsabile delle Risorse umane, i 12 dipendenti coinvolti possono essere redistribuiti presso gli altri padiglioni presenti all’interno della Struttura Sanitaria, seguendo la giusta logica di miglioramento dell’assistenza erogata.
Facciamo presente che la Struttura ha da poco effettuato nuove assunzioni per l’apertura di unità operative.
I lavoratori in questione, appartengono a profili professionali esperti ed in un contesto di grave allarme Sanitario determinato dal Virus Covid-19, indebolire le strutture Accreditate con il sistema Regionale contrasta con ogni indicazione emanata dal Ministero della Salute, dal Ministero degli Interni e dalla Regione Lazio .
Le Organizzazioni sindacali con questa missiva, ufficializzano il mancato accordo e nello Specifico chiediamo incontro/Riscontro formale, presso la sede Competente della Regione Lazio.
La situazione di emergenza sanitaria impedisce il regolare esercizio dei diritti sindacali (assemblee, riunioni, confronti, tavoli tecnici o di trattativa paritetica) ponendo i lavoratori in una netta condizione di svantaggio inammissibile da tollerare”.