Scacchi: i campioncini di Mentana sbancano al torneo regionale online

Un successo per l’ASD Mentana Scacchi - Avamposto Garibaldino presieduta da Gherardo Gismondi, che da anni è impegnato per organizzare corsi e tornei sul territorio

04 / 05 / 2020

I giovani scacchisti di Mentana si danno da fare in un importante torneo online e battono molti quotati pari età del resto della regione. Un successo per l’ASD Mentana Scacchi – Avamposto Garibaldino presieduta da Gherardo Gismondi, che da anni è impegnato per organizzare corsi e tornei sul territorio.

Anche in questo periodo di Coronavirus l’attività è andata avanti. Da due mesi, infatti, si sta utilizzando una piattaforma che prevede per i ragazzi la possibilità di seguire dei corsi online insieme all’insegnate e di comunicare via chat. In pratica vedono una scacchiera e l’insegnante deve muovere i pezzi e scrivere per spiegare cosa sta facendo. L’occasione è stato il primo passo per molti dei ragazzi.

Sabato scorso è partito il torneo virtuale organizzato dalla comitato regionale a cui hanno partecipato 21 ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 17 anni, la maggior parte dei quali residenti a Mentana. Alla fine sono state stilate classifiche individuali e di gruppo. In quest’ultima i ragazzi di Mentana sono arrivati undicesimi, davanti a corazzate organizzate come Lazio Scacchi e altre squadre fortissime con tanti affiliati.

Nelle classifiche individuali, ottimi piazzamenti per Giulio Di Rienzo arrivato quinto tra gli under 12, Gregorio Caruso tra gli under 16 e Pierluigi Militerni settimo tra gli under 18. Con ogni probabilità verranno selezionati per un torneo interregionale contro rappresentative di Sicilia, Toscana e Piemonte che si svolgerà domenica 10 maggio.

Nelle classifiche individuali, ottimi piazzamenti per Giulio Di Rienzo arrivato quinto tra gli under 12, Gregorio Caruso tra gli under 16 e Pierluigi Militerni settimo tra gli under 18. Con ogni probabilità verranno selezionati per un torneo interregionale contro rappresentative di Sicilia, Toscana e Piemonte che si svolgerà domenica 10 maggio.

“Sono felicissimo perché abbiamo battuto delle vere e proprie corazzate – commenta Gismondi – La vera forza per molti è la possibilità di organizzare corsi nelle scuole, cosa che noi al momento riusciamo a fare solo in maniera sporadica”.