MENTANA – Eseguite tre ordinanze di carcerazione per condanne definitive

Durante i quotidiani servizi di controllo del territorio, intervento dei Carabinieri della Compagnia di Monterotondo

Durante i quotidiani servizi di controllo del territorio, inoltre, i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno eseguito tre misure di carcerazione per condanne definitive.

In particolare, su disposizione del Tribunale di Tivoli, i Carabinieri della Stazione di Mentana hanno arrestato un 39enne di Fonte Nuova che deve scontare la pena residua di 6 mesi per il reato di detenzione di sostanza stupefacente commesso a Guidonia nel gennaio 2019. In quella circostanza l’uomo venne arrestato dalla Sezione Operativa di Monterotondo con 10 ovuli di hashish per un peso complessivo di 101 grammi e 15 confezioni già pronte di cocaina, del peso totale di 6 grammi circa, occultate sotto la cuffia del freno a mano della sua autovettura. L’arresto si inquadrava nell’ambito della più ampia attività denominata Nemesi che portò, il 13 febbraio scorso, all’esecuzione di 24 misure cautelari in carcere a carico di altrettanti indagati tra cui anche l’odierno arrestato.

Deve invece scontare una pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione, comminata dal Tribunale di Roma per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate in concorso e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti commessi a Roma durante la scorsa estate, un 31enne di Mentana, condotto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare dai Carabinieri della locale Stazione.

Infine, i Carabinieri della Stazione di Mentana, su disposizione del Tribunale di Rieti, hanno arrestato un 34enne del posto che deve espiare la pena residua di 8 anni di reclusione per i reati di rapina, lesioni personali aggravate, ricettazione, danneggiamento aggravato in concorso, furto aggravato in concorso e violazione misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, per diverse condotte criminali tenute in Mentana, Monterotondo e Fiano Romano dal 2008 al 2014. L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari.