Per il click day Impresa Sicura serviva Speedy Gonzales

Le imprese avevano tempo fino al 18 maggio 2020 per chiedere agevolazioni nell’acquisto di dispositivi di sicurezza

26 / 05 / 2020

Per le imprese c’era tempo fino al 18 maggio 2020, al fine di
chiedere agevolazioni nell’acquisto di dispositivi di sicurezza, ma
già all’apertura, l'11 maggio, sono state migliaia le domande in
neppure un minuto. E così delle 194.175, ne sono state accolte
3.150, esaurendo i 50 milioni di euro stanziati dal Bando di
Invitalia Impresa sicura, come annunciato il 21 maggio. Già,
perché per avviare il tasto del pc in tempi utili bisognava essere
Speedy Gonzales (il celebre topolino velocissimo dei fumetti), ma
gli imprenditori mica lo sapevano. Ce lo racconta uno di loro, che
non ha fatto in tempo a partecipare al rapidissimo click day,
Roberto Barbetti, Ceo & Founder di Med Technology di Guidonia
Montecelio, abbastanza diciamo così, alterato. Perché? Basta
guardare l’orario in cui sono giunte le richieste, dove spiccano
decimi, centesimi, addirittura millesimi di secondo. La prima
richiesta andata a buon fine, che dovrebbe portarsi a casa 21.500
euro, è stata effettuata alle 09:00:00.000237. Noi (certo, è una
nostra grande pecca) non siamo stati capaci a leggerlo, questo
orario! Anche per l’ultima azienda, ammessa per un contributo di
150mila euro, il click è stato super, scattato alle 09:00:01.042939.
C’è da essere (un po’) tanto perplessi: di fronte a tali orari, i
giochi danno l’idea di essersi già conclusi prima dell’inizio di
qualsiasi procedura, sembra proprio, non credete?
Le polemiche comunque si sono scatenate in tutta Italia, in primis
per la modalità scelta dalle istituzioni per fornire un aiuto così
importante alle aziende (mascherine, guanti, termometri,
detergenti e altri dispositivi). Non si capisce perché non sia stato
previsto di estenderlo a tutte le imprese richiedenti, ne va di
mezzo la sicurezza. O no?