GUIDONIA – Morto in incidente, domani l’addio a “Zecchinetta”

Alle ore 16 nella chiesa di San Giovanni a Montecelio il funerale di Riccardo Mattei, il 22enne deceduto la sera del 9 aprile al ritorno dal lavoro. Soltanto 55 persone all’interno del luogo di culto

29 / 05 / 2020

Al posto dell’urna davanti all’altare ci sarà un grande poster che lo ritrae felice e bello come il sole. Così domani pomeriggio, sabato 30 maggio, alle ore 16 sarà celebrato il funerale di Riccardo Matteo Mattei, il 22enne di Montecelio morto giovedì sera 9 aprile nel tragico incidente stradale avvenuto a Guidonia Centro davanti alle Cementerie Buzzi Unicem mentre rincasava dopo il turno da magazziniere al Centro commerciale “Tiburtino”.
La funzione sarà officiata nella chiesa di San Giovanni Evangelista da don Antonio Rencricca, lo storico parroco del Borgo medievale che somministrò al ragazzo tutti i sacramenti, battesimo, comunione, cresima e che unì in matrimonio la mamma, Maria Assunta Fioravanti, 51enne agente immobiliare con studio a Palombara Sabina, e il papà Valter, 55 anni, poliziotto, genitori anche di Emily, la figlia di 26 anni.
Il funerale di domani sarà celebrato nel rispetto delle disposizioni del Decreto anti Covid-19, per cui all’interno della chiesa potranno accedere soltanto 55 persone.
Si attende la partecipazione di tanti amici di Riccardo per tutti “Zecchinetta”, un giovane educato, rispettoso e ben voluto nella comunità monticellese. Un ragazzo che appena raggiunta la maggiore età e dopo il diploma da geometra all’Istituto “Leonardo Pisano” si era voluto rendere economicamente indipendente dai genitori. Prima lavorando come cameriere alla pizzeria “La Triade” e al ristorante “Da Spadaro” di Montecelio, oltre che al “Bar Lanciani” di Guidonia.
Una parentesi da agente immobiliare da “Mondo Casa Re” a Colle Fiorito” e da magazziniere da “Amazon” a Passo Corese. Un’esperienza di un anno da vigilante al Centro commerciale “Tiburtino” e da gennaio un contratto da magazziniere nel negozio di abbigliamento “Alcott”, nello stesso Centro.
La sera del 9 aprile scorso tornava proprio da lavoro, Riccardo Mattei.
Alle 18 il giovane aveva terminato il turno e per raggiungere Montecelio al volante della sua Lancia Y aveva percorso via della Pietrara.
Mentre transitava in via Sant’Angelo, la strada che unisce viale dell’Unione alle Cementerie Buzzi Unicem, davanti al ristorante “Due Lupi” il giovane perse il controllo della vettura che terminò la corsa contro l’ingresso della ex tabaccheria.
L’auto non viaggiava a velocità sostenuta, almeno a giudicare dai danni riportati esclusivamente sulla parte anteriore.
L’ipotesi più accreditata è quella del malore.