Il bello di essere anziani

Su Tiburno domani in edicola uno speciale sugli over65: consumi, desideri, primati, come quello sportivo di Lello Ruocco

15 / 06 / 2020

Questa volta parliamo di anziani, in uno speciale che leggerete sul numero di Tiburno in edicola domani 16 giugno. Consumi, desideri, tempo libero e primati, come quello sportivo di Lello Ruocco di Guidonia: quasi ogni giorno in palestra ad allenarsi per la disciplina di cui è campione per la sua categoria, il powerlifting. La sua specialità è caratterizzata in particolare dagli stacchi da terra ma Lello ha tante attività, gli piace il verde (soprattutto le piante grasse), passeggiare a passo veloce, andare in giro per musei e mostre, scrivere. Ci ha regalato queste righe indirizzate alla figlia Rossella e che noi (in parte) giriamo a tutti. È una riflessione sulla vecchiaia che, sottolinea, “non è solo un fatto biologico. Si è vecchi quando non si ha più cura di sé, ci si lascia andare divenendo sciatti e trasandati, quando si perde quella curiosità che alimenta mente e spirito… Si è vecchi quando si perde la fiducia nelle proprie capacità, la voglia di fare, si getta la spugna, si smette di lottare… Si è vecchi quando si pensa che sia troppo tardi per gettarsi in una nuova impresa, accettare l’ennesima sfida, rischiare… Si è vecchi quando non si alzano più gli occhi al cielo in una notte stellata, quando non si rimane più incantati dinanzi a un’alba dorata, un tramonto infuocato, la maestosità di una montagna, il fascino del mare… Si è vecchi quando si perde la capacità di amare e non ci si innamora più…”

Voi che ne pensate?