Scende la bolletta del gas, ma la luce è più cara

La crisi c’è ma non per i rincari che compensano certe riduzioni: lo comunica Arera, l’Autorità per l’energia e l’ambiente

26 / 06 / 2020

La bolletta del gas diminuisce del 6,7%, per chi ha il servizio di maggior tutele: buona notizia, no? Però, per compensare tale riduzione, ecco che dal primo luglio arriva l’aumento dell’elettricità, più 3,3%, che non sarà certo leggero a causa dei presumibili maggiori consumi dovuti all’uso massiccio di condizionatori d’aria causa caldo estivo. A comunicare queste variazioni tra le bollette, è l’Autorità per l’energia e l’ambiente, l’Arera. Questa sostiene che tali differenze porteranno a un risparmio per una famiglia tipo di 4 persone, di 212 euro, al lordo delle tasse, rispetto allo scorso anno. Ricordando poi che le tariffe avevano avuto un significativo ribasso nei mesi del lockdown, con l’elettricità a -18,3% e il gas a -13,5%.
Per quanto riguarda l’aumento della bolletta dell’energia elettrica, la domanda è: si paga di più pur spendendo meno?
L’aumento della luce è connesso al rialzo della componente materia elettrica, a sua volta legato a un aumento del +3,6% dei costi di dispacciamento (ovvero il funzionamento e l’equilibrio del sistema), controbilanciato da un -0,3% della voce energia.
Secondo Arera i costi salgono proprio nei periodi di basso consumo, per la necessità di movimentare al meglio gli impianti e dunque avere un loro ottimale funzionamento.