Sere FAI d’estate a Parco Villa Gregoriana

Da sabato 8 agosto visite speciali e pratica di yoga al tramonto per vivere all’aperto e in tutta sicurezza il Bene del FAI a Tivoli (RM) fino a tarda sera

07 / 08 / 2020

È arrivata l’estate e mai come quest’anno, dopo i mesi trascorsi in casa, abbiamo voglia di uscire e di trascorrere qualche ora o un’intera giornata, all’aperto, in tutta sicurezza, al fresco e a contatto con la natura, in un luogo speciale ma vicino casa. Molti italiani quest’estate sceglieranno di fare “vacanze in Italia”, e i Beni del FAI sono una meta ideale: luoghi da scoprire a portata di mano, perfetti per una vacanza a breve raggio, ma di grande soddisfazione, alla scoperta delle meraviglie del patrimonio di storia, arte e natura dei nostri territori. Complici le molte ore di luce e le gradevoli temperature delle sere d’estate, è anche tanta la voglia di proseguire le attività della giornata dopo il tramonto e vivere l’incanto del crepuscolo nei luoghi più belli, e così il FAI lancia le Sere FAI d’Estate. Nel mese di agosto 2020 si allunga fino a tarda sera l’orario di apertura dei suoi Beni, per diluire l’afflusso di pubblico garantendo totale sicurezza, ma soprattutto per offrire un’inedita esperienza di visita, arricchita da una eterogenea proposta di eventi appositamente pensati per le sere d’estate, tutti con prenotazione obbligatoria sul sito www.serefai.it.

Il ricco calendario delle Sere FAI d’Estate coinvolge 23 Beni della Fondazione, dalla Lombardia alla Sicilia, dal Piemonte alla Sardegna, dalle Marche alla Puglia. In programma eventi ricreativi, ludici e sportivi, o solo di piacevole svago serale, ma anche e soprattutto attività culturali, come visite o passeggiate guidate, incontri e concerti, laboratori e lezioni a tema, con particolare attenzione alla “cultura della natura”, ovvero alla promozione della conoscenza del patrimonio verde, di paesaggio e ambiente, del nostro Paese, al fine di una sua più efficace e diffusa tutela e valorizzazione.

Sabato 8, 22 e 29 agosto il bosco centenario di Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM), tra lo scorrere continuo delle acque del fiume Aniene e il fruscio delle fronde, ospiterà Yoga al tramonto, un percorso guidato nella natura monumentale che caratterizza il Bene per ritrovare l’equilibrio tra mente e corpo attraverso la pratica dello Hatha Yoga. I partecipanti saranno accompagnati dall’insegnante Agnese Sabucci, che ha completato i suoi studi in India, dove si è diplomata presso il centro Yoga Vidya Gurukul, nel Maharashtra. Il percorso di tre ore, volto a stimolare il fluire delle emozioni e a ritrovare l’armonia con la natura, inizierà con la visita introduttiva fino alla Radura di Manlio Vopisco, dove si terrà la prima pratica, proseguirà con la discesa nella Valle dell’Inferno e con la seconda pratica presso la Radura di Ponte Lupo si concluderà con la risalita e con la terza pratica. È necessario portare tappetino e asciugamano, spray antizanzare e felpa. Si consiglia, inoltre, di indossare vestiti e scarpe comode, di fare merenda tenendosi allo stesso tempo leggeri. La pratica si svolgerà senza scarpe; portare eventualmente i calzini.

Anche in occasione di Ferragosto Parco Villa Gregoriana resterà eccezionalmente aperto in orario serale, consentendo ai visitatori di attraversare i sentieri e ammirare le antiche vestigia, le grotte naturali, la spettacolare Cascata Grande e l’Aniene inghiottito nella roccia nelle ore più belle e suggestive dell’estate, al calar del sole, sulle orme dei viaggiatori del Grand Tour che per secoli sono rimasti affascinati dall’unicità della villa. Dopo la visita sarà possibile partecipare a una cena presso i templi dell’Acropoli tiburtina.

Per consentire al pubblico di visitare i Beni nella massima sicurezza, il FAI si è preoccupato di garantire il pieno rispetto dei principi definiti dal Governo a partire dal mantenimento della distanza interpersonale o fisica. In tutti i Beni la visita sarà contingentata per numero di visitatori e, ove possibile, organizzata a “senso unico” per evitare eventuali incroci. Le stanze più piccole e quelle che non permettono un percorso circolare saranno visibili solo affacciandosi; le porte saranno tenute aperte onde ridurre le superfici di contatto. Sarà d’obbligo indossare la mascherinaer tutta la durata della visita. Saranno inoltre a disposizione dispenser con gel igienizzante sia in biglietteria che nei punti critici lungo il percorso.

Il giorno precedente l’appuntamento, i partecipanti riceveranno una mail con le indicazioni sulle modalità di accesso e un link da cui scaricare materiali di supporto alla visita nel Bene, cura dell’Ufficio Affari Culturali FAI. Gli stessi materiali, che non saranno più distribuiti in formato cartaceo, saranno accessibili in loco su supporti digitali grazie a un QR Code scaricabile direttamente in biglietteria.

L’accesso alla biglietteria, al bookshop e ai locali di servizio sarà permesso a un visitatore o a un nucleo famigliare alla volta; nei negozi FAI i clienti dovranno indossare la mascherina, e saranno a disposizione guanti monouso, qualora fossero preferiti all’igienizzazione delle mani. Si invita inoltre a effettuare gli acquisti con carte di credito e bancomat, per ridurre lo scambio di carta tra personale e visitatori. L’accesso è vietato a chi abbia una temperatura corporea superiore a 37.5°.