Scomparsa l’attrice Franca Valeri

“È volata via un’amica di Tivoli”

10 / 08 / 2020

“È volata via una donna di grande cultura, un’amica di Tivoli, una persona dalla sottile ironia che ha attraversato le fasi più importanti della storia del nostro Paese e del cinema italiano del Dopoguerra. Proprio la sua profonda ironia traspare dalle sue opere. Tutta l’amministrazione comunale di Tivoli si stringe nel ricordo di questa grande persona”. Il sindaco Giuseppe Proietti ricorda così Franca Valeri, l’attrice, interprete teatrale, autrice e scrittrice, convinta sostenitrice dell’affermazione femminile, che si è spenta questa mattina a 100 anni. L’attrice è stata anche madrina del festival tiburtino “Tivoli chiama”, tra i cui promotori c’è anche l’allora neo assessore alla Cultura, il principe e attore Urbano Barberini.

Un titolo, quello del festival, scelto proprio dalla grande attrice milanese quando, nel 2014, poco tempo dopo l’insediamento della prima amministrazione Proietti, insieme a Barberini, avviò il festival che nelle sue edizioni ha portato in città diversi nomi di prestigio del mondo dello spettacolo, del cinema, dell’arte, della musica. “Il festival nacque cinque anni fa cogliendo l’occasione di un bando del ministero dei Beni culturali: il Comune di Tivoli arrivò al terzo posto in graduatoria”, ricorda il sindaco, “l’impronta e la chiave di lettura che dette Valeri alla manifestazione fu decisiva sin da subito. Negli ultimi due anni il festival non si è potuto organizzare, nel 2019 per la concomitanza del voto amministrativo, quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria. La scomparsa di Franca Valeri ci spinge a seguire con maggior tenacia la strada da lei tracciata per le future edizioni”.

Anche sotto il profilo ambientalista il Comune di Tivoli deve molto a questa grande figura: “Non si deve dimenticare”, aggiunge il sindaco, “anche l’impegno civico e ambientalista dell’attrice che, insieme a centinaia di persone, animò la battaglia contro la discarica che si sarebbe dovuta realizzare vicino a Villa Adriana, in località Corcolle, nel territorio comunale di Roma al confine con quello tiburtino. Fu in prima linea, mettendoci il volto e l’autorevolezza – insieme anche all’ex assessore Barberini – contro la realizzazione della discarica. Una presenza costante e tenace al fianco del comitato ambientalista ‘Salviamo Villa Adriana’, sino a ottenere il blocco di quell’infausto progetto”.