Discoteche e stadi chiusi: questa è la norma vigente nel nuovo DPCM di Conte

09 / 09 / 2020

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato un nuovo Dpcm che reitera la chiusura delle discoteche e degli stadi per impedire la diffusione del virus COVID19. Nello stesso decreto è stato riconfermato, inoltre, che gli assembramenti sono severamente vietati, deve essere rispettato il metro di distanza e che le mascherine dovranno essere indossate obbligatoriamente dalle 18.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico, la capienza massima dei mezzi è fissata all’80% e deve essere garantito che all’interno del veicolo sia presente un efficiente sistema di aerazione e ricambio dell’aria. A bordo dei trasporti pubblici vige sempre l’obbligo di indossare la mascherina. Per quanto riguarda invece gli spostamenti all’interno degli scuolabus, è stato stabilito che la capienza massima sul mezzo è dell’80% a patto che il viaggio non duri più di 15 min. È consentito salire a bordo del mezzo solo se non sono presenti dei sintomi o se la temperatura non risulta superiore ai 37,5°

Tra le novità del nuovo Dpcm compare anche una nota che riguarda la possibilità di ricongiungimento per le coppie che vivono in Stati diversi (“coppie internazionali”): per questo tipo di rientro è prevista la quarantena obbligatoria di 14 giorni e la compilazione di  un’autocertificazione utile alla Asl di riferimento.

Il divieto di ingresso è previsto per i seguenti Stati: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia, Montenegro e Kosovo.