Capena Femminile – Bea Martin con le idee chiare: “Lavoro e umiltà, questo è il mio Capena”

25 / 09 / 2020
Le prime parole della giocatrice biancorossa ex tricolore con il Salinis, rilasciate a Luca Pellegrini addetto stampa del Capena, tramite la pagina ufficiale Facebook ufficiale delle Leprotte.
– L’inizio di una nuova avventura, un nuovo gruppo, cosa ci puoi dire di questa squadra?
“Ciao a tutti! Prima di tutto voglio dire che mi trovo molto bene qui; sia con il gruppo, che con la società ed il mister. Finora sta andando tutto molto bene, come mi aspettavo, a dire il vero.”
– Siamo ormai nel pieno della seconda settimana di preparazione, una preparazione molto faticosa che vi ha visto tanto al lavoro e che per ora non vi ha fatto vedere tanto il pallone, anzi giusto questa sera abbiamo avuto l’occasione di vedervi all’opera. Cosa pensi quindi di questi giorni di allenamento insieme alla squadra?
“Stanno andando molto bene le cose, abbiamo fatto qualche seduta in palestra con il Mister ed in campo ci stiamo trovando subito alla grande, nonostante la squadra sia tutta nuova. Stiamo formando un bel gruppo sia dentro che fuori dal campo, anche quello per me è molto importante. Avere un gruppo bello, unito ed umile, con gente che lavora tanto. Mi sto trovando bene con tutti.”
– Hai sottolineato una cosa molto importante: siete un gruppo che sta diventando unito soprattutto fuori dal campo, vi vediamo sempre insieme infatti. State diventando una sorta di grande famiglia internazionale…
“Certo, tanto con le compagni di squadra che con i ragazzi dello staff. Quello che posso dire io è che quest’anno cercavo una squadra che mi permettesse di divertirmi, un gruppo umile, che lavorasse tanto ed è esattamente quello che ho trovato.”
– Una piccola curiosità: noi sappiamo che il numero di maglia che indossi oggi, il numero 8, è un numero a cui tieni molto. Sappiamo che l’unica occasione che hai avuto in Italia di portare questo numero è stata al Real Statte, squadra pugliese della provincia di Taranto. Ci spieghi il perché di questa scelta?
“Il Real Statte è stato come una famiglia per me, ho ricordi bellissimi di quell’annata. Ringrazio tantissimo tutti i ragazzi che sono stati con me. Era il primo anno in Italia per me ed è stato bellissimo sia dal punto di vista calcistico che fuori dal campo. Per questo ho scelto questo numero, per omaggiare quell’avventura.”
– Beh, speriamo che tu possa trovarti altrettanto bene anche qui con noi a Capena. Ti facciamo un grandissimo in bocca al lupo per questa stagione. Un’ultimissima domanda, hai qualche cosa da dire ai nostri tifosi? Sappiamo che purtroppo le prime giornate si giocheranno a porte chiuse, però appena ci sarà l’occasione ci farebbe piacere vedere questo palazzetto pieno.
“Certo, certo. Già l’anno scorso ho avuto l’occasione di venire a vedere un paio di partite del Città di Capena e devo dire che mi è piaciuto molto l’ambiente che si era formato. Spero quindi anche quest’anno di rivedere i tifosi dentro il palazzetto e di potergli regalare una bella prestazione.”
Una Bea Martin già calata nei panni del leader e con le idee ben chiare. La stagione ormai è alle porte e la grande famiglia delle
Leprotte non vede l’ora di cominciare.