GUIDONIA – Piromani al cementificio, due betoniere in fiamme

Ieri sera, domenica 27 settembre, nell’impianto di calcestruzzo di via Palombarese a Marco Simone Vecchio incendiati i mezzi di una ditta appaltatrice

28 / 09 / 2020

Due betoniere distrutte, una terza salvata in extremis, un altro paio uscite indenni. Merito dei vigili del fuoco che per domare le fiamme sono intervenuti con cinque mezzi in quello che appare come un attentato incendiario in piena regola.

Teatro del fatto è l’impianto produttivo di calcestruzzo della “Unical Spa” al chilometro 18,700 della via Palombarese, a ridosso del quartiere di Marco Simone Vecchio di Guidonia, a 300 metri dal centro abitato di Santa Lucia di Fonte Nuova. Obiettivo dei piromani erano i mezzi della “Madjs 2011 srl”, una ditta con sede a Mentana che gestisce in appalto il trasporto del calcestruzzo per conto della “Unical”, società del Gruppo Buzzi Unicem che a Guidonia ha un impianto di produzione di cemento.

Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Tivoli e della Tenenza di Guidonia che hanno sequestrato una tanica vuota rinvenuta da Stanislav Popovici, 31enne di origine moldava titolare della ditta di trasporti, all’interno della terza betoniera scampata al rogo ma già cosparsa di benzina. Segno che i piromani sono stati disturbati e messi in fuga da un imprevisto. Si dice incredulo e dispiaciuto il Capo Area “Unical” per il Lazio Roberto Rainoni: “E’ la prima volta che accade un episodio del genere”.

“Non abbiamo nemici, ma non escludiamo la concorrenza”, giurano Stanislav Popovici e il padre Adrian.

L’APPROFONDIMENTO SU TIBURNO IN EDICOLA DOMANI MARTEDI’ 29 SETTEMBRE