Capena femminile, domenica lo scontro diretto con il CF Pelletterie

06 / 11 / 2020

IL CAPENA CI CREDE: DOMENICA LA PARTITA CHE VALE MEZZA STAGIONE, LO SCONTRO DIRETTO CON IL CF PELLETTERIE

Una partenza sprint, che fuori dai confini biancorossi in pochissimi si aspettavano, eppure il Capena di Mister Chiesa cenerentola tra i giganti è scesa in campo con piena sicurezza dei propri mezzi e ha fatto, in Puglia, bottino pieno. Mezzi che però non erano di certo al completo: prima la tegola di Sgarbi poi quella di Bea Martin, insomma lo staff tecnico rossoverde ha avuto un gran bel da fare. Ma se c’è una qualità riconosciuta da parte di tutti all’interno della famiglia Leprotte è proprio quella di saper gestire con organizzazione e cura meticolosa le problematiche. Superato un problema alla volta con professionalità e abnegazione, la Società biancorossa che parla poco, ma fa davvero tanto, si è presentata a Bisceglie in grande stile dando quella giusta sicurezza alla squadra che a sua volta ha dato tutto in campo per approdare ai tre punti. Non solo però, il campo ha mostrato che il gruppo, attraverso una grande compattezza tattica, ha gestito i momenti di difficoltà all’interno della gara in modo sicuro e con consapevolezza su ciò che andava fatto. A dimostrazione che il lavoro svolto da Mister Chiesa e tutto lo staff tecnico è stato importante e soprattutto assorbito dalla squadra. La punta dell’iceberg, come si dice, non a caso si è vista con le prestazioni di Neka e Castagnaro che hanno concretizzato la prima in zona gol e assist, la seconda tra i pali, il bel lavoro della squadra durante tutta la gara.
Adesso si deve per forza guardare avanti cercando di recuperare quella Bea Martin che fuori dal campo è il collante e il vero e proprio leader del gruppo biancorosso. Chi frequenta “Villa Leprotte” sa che nulla si muove se la numero otto non da l’assenso e questo ha fatto sì che la squadra riuscisse a trovare un vero e proprio punto di riferimento nel gruppo pur mancando in mezzo al rettangolo di gioco. Sua la scelta di andare in panchina nonostante l’impossibilità di mettere piede in campo, messaggio recepito dal gruppo come un “sono qui per voi” e per questo la squadra non poteva che rispondere “signor si”. Questo è il Capena che da Cenerentola sconosciuta domenica affronterà la sua seconda sfida: quella contro un’altra bellissima realtà chiamata Cf Peleltterie. Come a dire: ogni domenica una finale perché non è finita finché non è finita. Ufficio Stampa Luca Pellegrini