Lazio, la favola dell’eretino Marco Bertini: Inzaghi lo fa esordire in Serie A

Il centrocampista della Lazio Primavera chiamato in prima squadra da Simone Inzaghi, ha fatto il suo esordio nel massimo campionato in occasione della sfida contro il Sassuolo

24 / 05 / 2021

di Valerio De Benedetti

I sogni si avverano solo quando ci credi, e Marco Bertini al suo sogno ci ha creduto fino in fondo. Il centrocampista della Lazio Primavera classe 2002, si è tolto domenica sera la soddisfazione più grande della sua carriera, quella dell’esordio in Serie A. Nato a Monterotondo, Bertini, dopo aver scalato posizioni nel settore giovanile biancoceleste, è diventato perno inamovibile della Primavera allenata da Leonardo Menichini. Inizialmente mezzala, spostato dal tecnico toscano in cabina di regia in questa stagione, è diventato ora un promettente playmaker. Geometrie in campo, ma anche e soprattutto intensità. Nonostante la Lazio Primavera non navighi in acque tranquille in campionato, Bertini è risultato essere fra i migliori giovani emergenti della competizioni. Prestazioni che non sono passate inosservate, tanto che Inzaghi, dopo averlo convocato in Champions League (senza farlo entrare in campo), ha deciso di portarlo anche per la sfida di campionato contro il Sassuolo. Stavolta la chiamata dalla panchina è però arrivata eccome. Maglia numero 50 sulle spalle e una manciata di minuti in campo fra i professionisti. Per Bertini l’inizio di una carriera che si spera possa essere costellata di successi e soddisfazioni. Orgoglio di Monterotondo, anche il sindaco Riccardo Varone si è complimentato con lui sui social: “Si è concluso poco fa il campionato di Calcio e nell’ultima partita di campionato tra Sassuolo e Lazio, ha fatto il suo esordio in Serie A, con la maglia 50 della Lazio, Marco Bertini, giovanissimo nostro concittadino. A lui va il mio più grande in bocca al lupo per un futuro calcistico importante, seguendo quei valori sportivi e umani che fanno la differenza nei grandi campioni. Bravo Marco!”