Serena Benvenuto l’arma in più del città di Capena

È la giocatrice difensiva che ha realizzato più tiri nello specchio della porta, ben 30

28 / 05 / 2021

Se ci fosse da definire con una solo parola Serena Benvenuto sicuramente verrebbero in mente le parole come classe, oppure stile. Una giocatrice che si trasforma quando scende in campo: dal suo impeccabile savoir-faire fuori dal rettangolo di gioco, diventa una fantastica combattente con il pallone tra i piedi. Un rendimento, da quando è giunta in biancorosso a dicembre, di assoluto valore tanto da prendersi in breve tempo un minutaggio altissimo e il posto nel quartetto titolare.

Cinque le marcature in stagione, di cui alcune davvero fondamentali come quelle al Granzette nella gara di andata, hanno impreziosito ancora di più il suo cammino. Una media minuti di 29,20 a partita, con 18 presenze su 18 convocazioni ricevute, senza mai un infortunio, ma soprattutto con una resa altissima.

È la giocatrice difensiva che ha realizzato più tiri nello specchio della porta, ben 30. Raggiunge invece la terza posizione assoluta per i passaggi importanti (verticalizzazioni che portano ad una azione da gol) e per il dato delle palle recuperate circa quattro a partita.

Nell’uno contro uno in fase difensiva in uscita la percentuale di successo è stata addirittura del 67% e in fase offensiva del 61%. Dati alla mano la numero diciotto biancorossa cercata e voluta fortemente da Mister Chiesa a dicembre è stato l’acquisto in più della stagione del Capena.