San Polo, il Comune blocca il finanziamento

Niente più fondi per la banda storica del paese

Immagine di repertorio

Annullare il finanziamento alla banda, significa decapitarne il futuro. Opposizione all’attacco a San Polo dei Cavalieri dopo che l’amministrazione ha sospeso la delibera di finanziamento alla banda musicale del paese, in attività da oltre 150 anni, per precisione dal 1863. A contestare la scelta i consiglieri di opposizione Mirko Fina, Alvaro Alessandrini e Francesco Filoni. ”A marzo 2021”, hanno scritto su facebook, ”l’amministrazione era pronta a pagare il finanziamento come rideterminato a ottobre 2020 (delibera 80); dopo soli tre mesi lo ritira”. ”L’amministrazione avrebbe dovuto fare esattamente il contrario, sostenere ancora di più le associazioni per evitare che morissero”. ”Il contributo per la banda non è stato bloccato, ma rideterminato in base alle prestazioni svolte”, ha precisato il sindaco, Paolo Salvatori, ”Purtroppo le manifestazioni sono state bloccate nel 2020 per l’emergenza sanitaria. E non avremmo potuto pagare iniziative non svolte. Anche le altre società convenzionate, come centro anziani e protezione civile, hanno avuto un taglio proporzionale. Mi auguro che al più presto torni alla normalità”.