Produzione industriale in aumento

Produzione industriale in aumento nel mese di aprile 2021 rispetto ai tre mesi precedenti, in su anche settori come abbigliamento e accessori. Il rischio di un rallentamento è legato alla mancanza di materie prime

10 / 06 / 2021
produzione

Oggi è la giornata dei numeri positivi: ancora l’Istat, dopo aver dato notizie positive sulle esportazioni, rileva la crescita della produzione industriale che ad aprile 2021 ha segnato aumenti dell’1,8% rispetto a marzo. Nella media del periodo febbraio-aprile il livello della produzione cresce dell’1,9% rispetto ai tre mesi precedenti. Sono in espansione i diversi settori, dai beni strumentali (+3,1%) all’energia (+2,4%), dai beni intermedi (+1,1%) ai beni di consumo (+0,5%), pur se in maniera meno rilevante.

Tutte le attività economica, sottolinea l’Istituto nazionale di statistica, registrano aumenti su base tendenziale, ad esclusione della produzione di prodotti farmaceutici di base (-3,2%). La crescita più ampia caratterizza i settori delle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (+363,2%), della fabbricazione di mezzi di trasporto (+327,3%), delle altre industrie (+160,9%), della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche (+149,3%) e della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+132,8%).

Lo scatto della produzione industriale potrebbero però essere frenato dal problema della reperibilità e dei costi delle materie prime, molte delle quali introvabili, come dimostrano i settori auto e delle biciclette, che lamentano una estrema mancanza di pezzi legati alla componentistica.