L’incanto di Spello tra vicoli fiorati e Storia

06 / 03 / 2019
Un paesaggio mozzafiato quello che ci accompagna alla volta di Spello, una dei più belli e profumati borghi d’Italia.   Una valle che si stende alle pendici del Monte Subasio, in provincia di Perugia.
Qui si ha la possibilità di passare ore serene. Ottima location per meditare, un posto che accarezza l’anima.  Una delizia per gli occhi.

Ogni vicolo del paese è curato nei minimi dttagli, vasi fioriti inebriano e rallegrano la passeggiata. Oltre ai bellissimi fiori, Spello possiede anche

una zona ricca di edifici d’interesse storico ed architettonico:
Porta Venere e le due imponenti torri dodecagonali romaniche, danno accesso al paese.
Santa Maria Maggiore, la sua facciata risale al XIII secolo, è stata completamente rifatta nel XVII secolo. Al suo interno troviamo elementi barocchi e affreschi cinquecenteschi del Pinturicchio
Chiesa di Sant’Andrea, che propone un tesoro del Pinturicchio, la Madonna in trono e santi.
Oltre a essere una delizia per gli occhi, Spello, è una delizia per il palato. Da provare le specialità tipiche Umbre
Pappardelle al sugo di lepre, Olio extra Vergine d’oliva locale, Miele locale.
Ecco alcune specialità:
Brustengolo
Pane povero con frutta secca: uvetta, pinoli, noci, nocciole e mele a fette
Ciaramicola
La ciaramicola è un tipico dolce pasquale della provincia di Perugia; si tratta di una torta a forma di ciambella, di colore rosso con glassa bianca e confettini colorati di copertura
Crostini alla norcina
tartufo, fegatini di pollo, capperi. Salsa da distribuire sui crostini di pane abbrustoliti e spennellati di vino bianco