Val d’Orcia e Siena un itinerario nel cuore della Toscana

11 / 06 / 2019

La Val d’Orcia, una terra che ti segna il cuore.  Una stravolgente bellezza, dove storia, natura e tradizione si intrecciano.

Non basterebbe una settimana per poter ammirare tutti i bellissimi borghi medioevali, abbazie e castelli immersi in questo paesaggio unico fatto di  morbide colline dalle svariate forme geometriche e da colori unici.

Prima Tappa: Siena

Una città Ocra, dove i colori della terra si fondono alle costruzioni e all’arte. Un’atmosfera magica che dona serenità e benessere grazie a profumi e sapori ineguagliabili.

Punti d’interesse:

 

  • Piazza Duomo, la cattedrale (Santa Assunta) museo dell’Opera della metropolitana, complesso museale Santa maria della Scala
  • Pinacoteca Nazionale
  • Orto Botanico
  • Palazzo Piccolomini
  • Basilica di Santa Maria dei Servi
  • Fortezza Medicea
  • Piazza del Campo

Il Complesso del Duomo di Siena comprende anche la bellissima Libreria Piccolomini dove si possono ammirare le idee di Raffaello e gli affreschi di Pinturicchio

La cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta è il principale luogo di culto cattolico di Siena sede episcopale dell’arcidiocesi metropolitana di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino

Sotto la Cattedrale di Siena, si trova la “Cripta, una delle più importanti scoperte archeologiche degli ultimi anni decorata da una serie di affreschi.

Potrete vivere la fantastica esperienza con “Porta del cielo”, un percorso suggestivo sui tetti e sulla cupola della Cattedrale.

l’esperienza si completa con il grande spettacolo sul Facciatone del Duomo, un panorama mozzafiato da non perdere.

Seconda Tappa: Buonconvento

Nominato uno dei borghi più belli d’Italia, dista circa 30 km da Siena ed è tuttora circondato dalle mura medievali, costruite tra il 1371 e il 1385. Il borgo medievale racchiuso dalle mura ha una pianta quadrilatera ed è perfettamente conservato. Delle antiche porte resta la monumentale Porta Senese.

 

 

 

Terza Tappa: Bagno Vignoni

Uno Straordinario borgo nel cuore della Val d’Orcia. Un luogo incantato e unico al mondo.  L’acqua che sgorga dalla fonte a 1000 metri di profondità, risale in superficie e viene raccolta nella piazza del paese. La temperatura elevata dell’acqua (Circa 52°) crea atmosfere magiche soprattutto l’inverno quando l’acqua calda entra in contatto con il freddo creando effetti ottici grazie alle luci e al vapore.

Tutto intorno si possono ammirare case in pietra, balconi fioriti, piazzette, botteghe di artisti e artigiani che creano uno straordinario insieme architettonico unico nel suo genere.

I Mulini  Ora è possibile visitare gli antichi Mulini. Immersa nel verde a perdita d’occhio, l’intera area di Bagno Vignoni gode di un panorama bellissimo e rilassante. La fonte termale è un toccasana per la circolazione e i suoi benefici si estendono anche all’anima, grazie alla serenità che è in grado di trasmettere. Un’oasi di relax in grado di nutrire corpo e mente. Ne sapeva qualcosa Lorenzo il Magnifico che qui tornò più e più volte, arrivando ad eleggerlo come una delle sue mete preferite. In virtù di questa antica testimonianza di apprezzamento, che non è andata perduta, non resta che dire: “Chi vuol esser lieto sia”.