– Colleverde piange Francesco. Lacrime e commozione per il piccolo morto soffocato per un panino

11 / 12 / 2018

Folla commossa per l’ultimo saluto al piccolo Francesco Parroni, morto soffocato all’età di tre anni dopo aver mangiato un hot dog al ristorante Ikea del centro commerciale Porta di Roma. Nella chiesa di San Remigio centinaia le persone che si sono strette al dolore dei genitori Alessia e Lorenzo e dei famigliari del bambino.

funerale francesco2

Si sono svolti a Colleverde nella chiesa di San Remigio i funerali del piccolo Francesco, il bambino di tre anni morto lo scorso 17 marzo al Policlinico Gemelli dopo cinque giorni di ricovero. Il bambino non è riuscito a superare le complicazioni comportate dal soffocamento avuto mentre mangiava un hot-dog con la madre al ristorante Ikea nel Centro commerciale Porta di Roma.
Erano in tantissimi ad attendere l’arrivo del carro funebre ed erano molte le mamme accompagnate dai loro bambini.
Alla vista della piccola bara bianca sono state molte le persone che non sono riuscite a trattenere le lacrime. Alessia e Lorenzo, i giovani genitori del piccolo Francesco, attendevano in un angolo, attorniati dai parenti e circondati dal calore dei tanti che hanno portato le loro condoglianze.
La cerimonia funebre è stata celebrata dal parroco padre Riccardo. Con lui anche il francescano padre Emidio Alessandrini e padre Franco Bagalà, parroco della parrocchia Santa Maria dell’Orazione a Setteville Nord.
La piccola bara bianca è stata posta in mezzo ad una distesa di cuscini e mazzi di fiori, che aumentavano man mano che la chiesa si gremiva. Su uno striscione appeso alla destra dell’altare, si leggeva “Super Fra, Mio Piccolo Grande Capo” firmato “Papino”.
“Quando ci rivedremo non ci sarà il pargoletto, che ha avuto poca storia, ma un uomo nel fiore, al meglio delle sue potenzialità” lo immagina così, tra le lacrime, padre Emidio Alessandrini nella sua omelia.
Nel frattempo gli inquirenti sono ancora al lavoro per fare chiarezza sull’andamento dei fatti. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, mente il Codacons ha presentato un esposto dopo il moltiplicarsi delle polemiche sulla tempestività dei soccorsi.
Gli organi di Francesco, con l’assenso dei suoi genitori, sono stati già trapiantati su tre bambini. Uno all’ospedale Bambino Gesù di Roma, dove a beneficiarne è stato un bambino affetto da una grave patologia epatica trattabile solo con il trapianto. Gli altri due a Genova e a Bari per aiutare due bambini affetti da gravi malattie renali.
Al termine della cerimonia, tra gli applausi della folla, sono state liberate verso il cielo tre colombe bianche insieme a numerosi palloncini bianchi e celesti.