La tua città, ovunque tu sia

Guidonia – Inaugurazione Stagione 2019 Teatro Imperiale

20 / 12 / 2018
Spettacolo, Arte, Cultura. Emozioni allo stato puro. E’ questo il teatro secondo Gennaro D’Avanzo e Anna Greggi, rispettivamente Direttore artistico/commerciale e Direttore artistico del Teatro Imperiale, un duo che aveva già portato la storica sala di Guidonia al record di presenze nella stagione 2015-2016 e che ora con la “Gms Eventi srl” gestirà per il prossimo biennio.
Venerdì sera 14 dicembre la coppia artistica ha presentato la stagione teatrale 2019 ad un pubblico di affezionati abbonati e di nuovi spettatori che hanno gremito fino ad esaurimento la platea e la galleria dell’Imperiale.
Imprenditori, impiegati ed operai, pensionati e militari, ma anche rappresentanti istituzionali, dal sindaco Michel Barbet che entusiasta ha augurato l’in bocca al lupo a nome dell’amministrazione comunale, al presidente del Consiglio Angelo Mortellaro, fino ai consiglieri Giuliano Santoboni, Laura Alessandrini e Laura Santoni.
Un teatro che nel progetto di D’Avanzo e Greggi si appresta a diventare un punto di riferimento per tutti, un centro di aggregazione, un vero e proprio cuore pulsante della vita culturale e sociale della città, accessibile a prezzi popolari.
Non a caso la “prima” è stata anche l’occasione per esibizioni in pillole per vari talenti locali, come l’autore Simone Saccucci, i coreografi e ballerini Mirko Boemi e Anna Bonato col loro corpo di ballo, fino alla cantante Daniela Antolini e allo scrittore Massimo Zizza, che nel corso dell’anno saranno protagonisti all’Imperiale fuori cartellone.
Un cartellone di otto spettacoli che si annuncia di qualità con attori del calibro di Flavio Bucci e Giorgio Marchesi, ma a prezzi popolari. Poltronissima a 20 euro, ridotta a 17. Poltrona a 17, ridotta a 15 euro. Galleria a 15 euro con la riduzione a 10 euro. Ulteriori riduzioni sono previste per over 65, under 25, per i dipendenti del Comune di Guidonia Montecelio, i soci Cral convenzionati e le associazioni del territorio.
Stesse riduzioni per gli abbonamenti con la Poltronissima a 115 euro (95 il ridotto), Poltrona a 90 e Galleria a 75 euro.
Alla “prima” di venerdì sera i Direttori hanno presentato al pubblico anche i volontari dell’Associazione nazionale carabinieri della sezione guidoniana intitolata a Salvo D’Acquisto e presieduta da Valentino D’Ambrogio, un gruppo che gestirà il servizio d’ordine di tutte le manifestazioni a teatro.
Un teatro che si appresta ad accogliere anche le otto rappresentazioni di compagnie locali per la rassegna “Teatro Festival Città”, oltre a 4 Family Show, spettacoli per bambini e ragazzi il sabato pomeriggio o la domenica mattina, spettacoli mattutini per le scuole, da quelle per l’Infanzia alle superiori, ma anche una rassegna di musica rock per gruppi emergenti locali, un concorso di danza per le scuole del territorio e un concerto jazz.
Alla “prima” sono intervenuti sul palco anche l’attore Thomas Zinzi e il comico Maurizio Santilli che con le sue gag ha già messo in chiaro che con lui la notte di Capodanno all’Imperiale ci sarà da divertirsi, ma sarà anche l’occasione per ballare la musica degli Anni 60 e 7 col cantante di “Amici di Maria De Filippi” Giuseppe Salsetta.
Il Teatro Imperiale è pronto a rinascere.
[17/12, 09:16] Marcello 2: Si parte sabato 12 e domenica 13 gennaio Flavio Bucci, mitico interprete del “Ligabue” televisivo, con “E pensare che ero partito così bene” per la regia di Marco Mattolini: un artista che non ha bisogno di presentazioni e che ha inviato un saluto al pubblico guidoniano attraverso un video registrato annunciando un coming out sul palco dell’Imperiale. Il 9 e 10 febbraio allo stesso orario “A che servono questi quattrini” di Armando Curcio con Pietro De Silva, Francesco Procopio ed altri sei attori.
Sabato 2 alle ore 21 e domenica 3 marzo alle ore 17 va in scena “Se questo è un uomo” di Primo Levi con Daniele Salvo, Martino Duane, Patrizio Cigliano e Simone Cianti.
Sabato 23  e domenica 24 marzo sarà la volta di “Le notti bianche” di Fedor Dostoevskij con Giorgio Marchesi e Camilla Diana.
Risate assicurate sabato 13 e domenica 14 aprile con “Spassatiempo” di e con Lino Volpe, attore e regista napoletano poliedrico e coinvolgente che venerdì sera ha già fatto sbellicare il pubblico con un “assaggio” del suo spettacolo.
Sabato 4 e domenica 5 maggio sul palco dell’Imperiale c’è “Novecento” di Alessadro Baricco con Antonio Avallone. Mentre sabato 18 e domenica 19 maggio ecco “That’s Amore” di Marco Cavallaro con Claudia Ferri e Marco Cavallaro, una commedia leggera al limite del demenziale sulle separazioni coniugali.
Ultimo spettacolo in abbonamento, sabato 1 e domenica 2 giugno quando sarà in scena il Direttore artistico del teatro Anna Greggi con “Connessioni Pericolose”, un testo scritto in collaborazione con la criminologa Cinzia Mammoliti su amori maturi, intrighi vissuti sui Social, manipolazione e narcisismo seriale.