VIDEO Maltempo – Ecco la situazione nelle città del nord est della provincia. Capena devastata

03 / 02 / 2014

Scene da film catastrofico quelle vissute a Capena negli ultimi giorni con la città invasa da un fiume di acqua e fango che ha letteralmente devastato tutto ciò che incontrava. Crolli, allagamenti e sgomberi oltre ai danni ingenti alle attività commerciali e industriali del territorio. 

Capena
Si iniziano a contare i danni a Capena, tra i territori maggiormente colpiti dal maltempo dove la furia dell’acqua torrenziale ha devastato terreni ed abitazioni. Decine le automobili sommerse dal fango e le case sgomberate.

Viabilità: Il transito dei veicoli su tutto il territorio comunale è stato limitato a 30 km/h, salvo ulteriori limitazioni locali che saranno indicate sul posto.

 

 

Monterotondo

Scuole: L’emergenza maltempo che ha colpito la città eretina ha spinto il sindaco a programmare, tramite ordinanza, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, e dei centri del servizio sociale per la giornata di oggi.

Viabilità: Il traffico sta tornando alla normalità. Problemi vengono segnalati al sottopasso di via Nomentana dove attualmente è ancora interdetto il passaggio alle vetture. La Salaria risulta percorribile in ambo i sensi di marcia.

Raccolta rifiuti: L’azienda pluriservizi intanto comunica che la raccolta dei rifiuti sul territorio sta tornando alla normalità: “L’Apm – dichiarano dalla sede – scusandosi con la cittadinanza per i disagi causati dalle avverse condizioni meteorologiche verificatesi nei giorni scorsi informa che il servizio di raccolta stradale dei cassonetti si sta svolgendo regolarmente; lo svuotamento delle campane stradali per la raccolta differenziata è ripreso con relativa pulizia delle piazzole; il servizio di raccolta differenziata porta a porta è in atto come da calendario (scarti alimentari e organici)”.

 

 

Castel Madama

Emergenza idrica: Continuano i disagi a causa di una rottura lungo l’acquedotto del Simbrivio che ha lasciato senza acqua molte abitazioni e attività commerciali di Castel Madama. L’erogazione è stata sospesa ancora per tutta la scorsa notte e la situazione d’emergenza è prevista anche per la giornata odierna di lunedì 3 febbraio per la zona nel centro storico, piazza Dante, via Discesa Empolitana, via Aniene, via San Sebastiano e via Roma.
L’approvvigionamento di acqua sarà garantito attraverso un servizio di autobotti stazionate presso piazza Mazzini e piazza Dante. Gli amministratori e gli uffici comunali sono in costante collegamento con l’Acea spa, che dovrà ripristinare il servizio, al fine di sollecitare una soluzione o ridurre i disagi. I tecnici stanno cercando di riempire il serbatoio al castello monitorando quello dei Collicelli.

 

Tivoli
Aniene: Il fiume viene tenuto sotto controllo con monitoraggi continui in diversi punto del corso d’acqua, dalla Valle fino al bacino di San Giovanni (nei pressi dell’ospedale cittadino) e quindi nel suo percorso fino al congiungimento con il Tevere. Non si registrano condizioni di criticità e il livello idrometrico risulta in diminuzione.

https://www.youtube.com/watch?v={mp4}4868{/mp4}