Tivoli: Centoquindici figuranti e scene da atmosfera epica La Via Crucis è un successo

14 / 04 / 2014

crucis IMG 0456

Ogni anno che passa si fa sempre più suggestiva. Ogni anno che passa cresce il numero di figuranti e del pubblico in tribuna.
La Passione vivente a Borgonovo oramai è una tradizione popolare e la dodicesima edizione ha fatto ancora una volta il “pieno”. Un successo, quello di domenica 13 aprile, frutto dell’impegno di un gruppo di volontari diretto da Ciro Cinquegrana, mente e organizzatore, braccio destro di don Franco Cardinali, il parroco di Sant’Agostina Pietrantoni che ideò l’evento al suo arrivo.
Così nel piazzale adiacente al luogo di culto di via dell’Aeronautica Romolo Tittozzi, titolare della storica tabaccheria di Borgonovo, nei panni di Gesù ha ripercorso le tappe della passione in otto quadri scanditi dalle voci narranti. A fianco a lui Gianni Pizzin, nei panni di Pilato, Marina Bittau in quelli della Madonna, senza contare la partecipazione dei bambini del catechismo, tutti in costumi storici perfettamente riprodotti.
A rendere unica l’iniziativa è la scenografia, realistica e suggestiva, che ha fatto da sfondo alla crocefissione anche dei due ladroni interpretati da Bruno Romagnoli e Giuseppe Spina. L’edizione di quest’anno è stata caratterizzata dalla grande partecipazione dei parrocchiani, 115, addirittura 35 in più della sacra rappresentazione dell’anno passato. Così le vesti dei dodici apostoli sono state indossate da Luigi Miccoli, Francesco Capobianchi, Luigi Caramignoli, Aldo Avenali, Aldino Leali, Giuseppe Porretti, Fabio Ciccioli, Fabio Capobianchi, Donato Santomenna, Alessandro Teti nel ruolo di Giovanni, Roberto Gambino in quello di Pietro e Fabio Proietti nei panni di Giuda.
Giovani e meno come gli interpreti delle guardie ebraiche, da Ciro Marinaro a Gerardo Taliano, passando per Armando Greisemberg, Ignazio Arcara e Salvatore Arcara, o come i membri del Sinedrio come Agostino Croce, Marco Laurentini, Simone Domenici e Luca Bufalieri. A impreziosire l’evento hanno pensato anche il  Gruppo Storico Publio Elio Adriano e la Legio XIII Gemina dell’associazione Civiltà romana, interpreti dei soldati romani.
(ma. sa.)