Guidonia – In cameretta tre chili e mezzo di marijuana, e in cucina il laboratorio per fare le dosi

08 / 05 / 2014

Un 23enne di origini albanesi è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Tivoli con l’accusa di detenzione illecita di sostanze stupefacenti.
Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Tivoli finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti che, con l’avvicinarsi dell’estate e l’allungarsi delle giornate subisce un aumento, specie tra i più giovani. A finire nella rete dell’Arma, questa volta è stato un 23enne di origini albanesi che è stato trovato con oltre 3 Kg. e mezzo di marijuana.
I militari del Nucleo Operativo, dopo giorni di osservazione e pedinamenti nei confronti del ragazzo già sospettato di avere a che fare con il traffico di droga, nella tarda serata di ieri mercoledì 7 maggio hanno deciso di intervenire e, dopo averlo fermato per strada e trovato in possesso di una decina di grammi di marijuana, hanno deciso di procedere alla perquisizione nel suo appartamento.
Nella camera del giovane sono state trovate diverse tre buste sigillate del peso di un chilo ed una busta aperta con altri 55 grammi di marijuana. Sotto il materasso del letto erano stati nascosti contanti per un valore di 3600 euro mentre in cucina invece era custodito tutto l’occorrente per il taglio ed il confezionamento della sostanza.
Per il 23enne si sono aperte le porte del carcere di Rebibbia.