Tivoli – Nathan, Iannilli: “Per risolvere il problema trovare nuovo sito per lottizzazione”

08 / 05 / 2014

Non si sono fatte attendere le reazioni alla presa di posizione del Gruppo Imprese sulla richiesta di proseguire l’iter per la lottizzazione Nathan, difendendo il diritto ad edificare ottenuto dai costruttori ma ancora rallentato dalle pratiche burocratiche del Comune di Tivoli. Ad entrare nel merito della questione è Massimiliano Iannilli, candidato sindaco della coalizione sostenuta dalle liste La Città in Comune e L’altra città a sinistra.
“La conferenza stampa del Gruppo Impreme, l’impresa che intende costruire palazzine a ridosso della Villa di Adriano, sembra un tentativo di condizionare la campagna elettorale per il rinnovo dell’amministrazione tiburtina – la dichiarazione di Iannilli -. I costruttori lamentano il paradosso del rispetto delle regole, parlano di un iter lungo trenta anni per far valere i propri diritti. In realtà sono stati trenta anni di furbizie e di scorciatoie per cementificare un’area che potrebbe compromettere un sito archeologico di primaria importanza, tutelato dall’Unesco. A mio parere le concessioni non sono valide, perché il progetto è stato modificato e andavano richiesti nuovi pareri alle autorità di tutela. L’unico modo di risolvere il problema – conclude – viste anche le importanti delibere dell’Unesco sull’argomento, che l’Impreme si guarda bene dal citare, è di trattare con il Comune di Tivoli una nuova localizzazione della lottizzazione lontano dalla Villa e da terreni di qualche candidato”.