Subiaco – In missione a Vicenza per disinnescare bomba da 1800 kg della guerra

16 / 05 / 2014

E’ stato il capitano Marco Appodia, originario di Subiaco, a guidare il gruppo di Artificieri del 2° rgt Genio Guastatori dell’Esercito, che alcuni giorni fa sono stati impegnati, in prossimità dell’area dell’ex aeroporto Dal Molin di Vicenza, in un complesso intervento di bonifica di ordigni esplosivi risalenti alla seconda guerra mondiale.
Gli specialisti agli ordini del capitano Appodia, (l’Ufficiale è in servizio presso il Centro di Eccellenza C-IED del Comando Genio), hanno disinnescato una bomba da 4.000 libbre di tritolo (circa 1800 kg) di fabbricazione inglese, sganciata nel ’44. L’operazione ha richiesto l’allontanamento dalla zona di oltre 27mila persone in un raggio di 2,5 km dal luogo di ritrovamento e la costruzione di un terrapieno alto circa 7 metri attorno all’ordigno, per contenere gli effetti di un’eventuale esplosione accidentale.
Per rendere innocua la bomba, è stato infatti necessario al capitano Appodia ed ai suoi uomini estrarre le 3 spolette ancora attive prima di trasportarla in una vicina cava dove, dopo circa 14 ore, è stata conclusa l’intera operazione.

Fa. Lo.