La tua città, ovunque tu sia

Care mamme, occhio al (total) look giusto!

26 / 03 / 2018

 Outfit – Regole di stili e modelli da cui prendere ispirazione

E’ vero che la Prima Comunione, a differenza di cerimonie più impegnative come il matrimonio, non pone particolari vincoli nella scelta dell’abito giusto, ma ciò non vuol dire che esistano comunque regole di stile che è sempre bene rispettare.

Fate tesoro dei consigli delle nostre esperte, le titolari dell’Atelier “Le spose di” (in foto)titolari, che per l’occasione ci hanno suggerito alcuni outfit che fanno parte delle loro collezioni esclusive. Tutte da scoprire nell’atelier di Via Cavour, a Villanova Di Guidonia

 

  • Modelli più adatti: il tailleur è la scelta che più si addice a questa ricorrenza, potrete scegliere tra gonna o pantalone, magari a palazzo visto che è tornato di gran moda. Se non amate la giacca anche una blusina leggera a manica lunga sarà perfetta. Se preferite l’abito, ideale è l’abbinamento con un giacchino corto in vita e manica a tre quarti oppure con uno spolverino tinta unita, giovanile e soprattutto comodo. Un’alternativa all’abitino può essere la tuta, lunga chiaramente, dal taglio elegante e dai colori neutri.6

 

  • Colori e fantasie: non esistono divieti particolari, anche il bianco è concesso. Tra i colori più vivaci sono di moda il giallo, il verde smeraldo, il blu ma anche il rosso. I motivi floreali sono tra le fantasie più gettonate e per chi non sa proprio rinunciare al nero, l’idea di spezzarlo con il bianco è consigliabile.

 

  • Non trascurate la comodità: essere la mamma del /la festeggiato/a vi impone una serie di obblighi, che di certo assolverete meglio se non dovrete preoccuparvi troppo dell’abito e dei tacchi alti!1

 

  • Evitate gli eccessi: no a scollature troppo profonde, micro abiti, colori lurex, accessori vistosi; semaforo rosso per i jeans!

 

  • Meglio il giacchino della stola : un abito scollato con la stola in tinta è perfetto per un

    3-1

    matrimonio, ma diventa eccessivi per una comunione, che è una festa fatta per i bambini e richiede una maggiore sobrietà nella scelta dell’abito. Optate invece per un giacchino corto che vi coprirà le spalle durante la cerimonia in chiesa e, se necessario, vi riparerà dal freddo nelle ore serali.

HAIRSTYLE

I consigli del vip hair stylist Lino Sorrentino

Anche per l’acconciatura la sobrietà è un must irrinunciabile. La regola “less is more”, tuttavia, da sola non basta. Deve trasformarsi in vera classe e per questo ha bisogno del tocco “magico” di un professionista della bellezza come Lino Sorrentino, hair stylist amatissimo anche da molte dive della tv tra cui quelle che vedete in foto (l’attrice Antonella Salvucci, la marchesa Daniela del Secco d’Aragona, opinionista TV ed esperta di stile e costume, la modella Margherita Paoluzi). Trent’anni di esperienza nel settore, vincitore del premio internazionale come artista del taglio alla Florence Biennale (2016). A Colleverde, Lino Sorrentino gestisce con un team tutto familiare una doppia attività, Artemis: un salone multistore di arredo e design con corner di parrucchiere e look maker specializzato in trucco e parrucco da sposa e cerimonia (via Monte Bianco Tel. 0774 571262).  

Pronte a prendere nota dei suoi preziosi consigli ?

  • Colore

2“No a contrasti cromatici accesi e a nuance cariche e sgargianti che oltre ad essere poco eleganti – come sottolinea il nostro esperto- ruberebbero la scena in un contesto così delicato in cui sono i bambini e la loro purezza i veri protagonisti”. Via libera, invece, a tonalità “morbide” e a schiariture che garantiscono come effetto finale l’hair contouring e cioè un gioco di luci e di ombre che rendono più tridimensionale non solo la vostra chioma ma anche il vostro viso. Partiamo da chi ha i capelli chiari. “Le chiome bionde che vogliono seguire la moda della prossima primavera estate – spiega Sorrentino – dovranno abbandonare le tonalità calde del biondo miele e optare le nuance frost e cioè del biondo “freddo” che ha in sé pigmenti ash (cenere); con la tecnica del balayage , a differenza del tradizionale shatush, otterremo riflessi distribuiti in maniera omogena su tutta la capigliatura”. E le brune? “Riflessi e screziature che vanno dal color nocciola alle tonalità ambrate come il caramello e il marron glacé, riscalderanno l’incarnato dando più luminosità ai lineamenti”.1-1

  • Acconciatura

“La pettinatura da prediligere in questa occasione è senza dubbio il raccolto basso, con intrecci bohémien per chi ama lo stile poetico, qualche ciocca che sfugge e qualche ciuffo che ammorbidisce l’ovale del viso”, consiglia Sorrentino. Le mamme che preferiscono tenere i capelli sciolti dovranno seguire qualche semplice regola per un allure perfetto: “avere una chioma sana e lucente è un vero diktat per chi vuole optare per la semplice piega – sottolinea – sarà fondamentale anche la lunghezza, che non deve essere eccessiva, e il taglio , preferibilmente pari, un must egregiamente interpretato sul palco di Sanremo da Michelle Hunziker”.    

esperto