Mentana – L’appello di Sonia Reppucci, la disabile che si sente “prigioniera” in casa

03 / 10 / 2018

  La vita di Sonia Reppucci è cambiata da quando aveva l’età di tre anni, ovvero nel giorno in cui è stata investita a Santa Lucia. Oggi di anni ne ha 41 e la vita per lei non è mai stata facile tanto che oggi lancia un appello.  

Sonia vive in un piccolo appartamento di Mentana e per via della disabilità ha bisogno di assistenza, però questo è possibile solo tre volte a settimana e per “Tre ore a volta che diventano due e mezzo”. “Solo il Comune di Mentana può fare qualcosa”, racconta a Tiburno. “Mandatemi in comunità (…) la mia vita sarebbe diversa, perché lì sono attrezzati per farmi fare mille attività. Invece qui in casa non posso vivere nemmeno la quotidianità. Sono sempre sola”. 

 

Il caso completo è su Tiburno in edicola da martedì 2 ottobre