GUIDONIA – Scuole chiuse per un Giorno, Cacioni: ” …mi sembra un vera incoscienza consentire il rientro a scuola”.

03 / 10 / 2019

Le condizioni minime di sicurezza sono venute meno e questo è inaccettabile in generale, ma è anche peggio quando si tratta di bambini così piccoli. La posizione di Barbet, che ordina la chiusura per un solo giorno adducendo come motivazione le condizioni meteo, è ridicola e inaccettabile. Le immagini di quanto successo ieri nel plesso scolastico di via Sperandio a Montecelio sono raccapriccianti; per sottrarre i bambini al fiume d’acqua che ha invaso la scuola, le maestre hanno evacuato i bambini in fretta e furia. Chiederò di poter svolgere un sopralluogo quanto prima per verificare la situazione. Le mamme raccontano di bambini scioccati, anche giustamente, perché, se come sembrerebbe, sono andati in cortocircuito anche alcuni impianti elettrici, le fonti di pericolo si sono moltiplicate, oltre ovviamente all’acqua che ha invaso i locali e le scale. Forse non sarebbe andata così bene se fossero stati ancora a scuola i bimbi del tempo parziale. Ho chiesto che il sindaco si attivi immediatamente per ripristinare le condizioni di sicurezza della scuola e si proceda ad una sanificazione completa per evitare rischi sanitari. Le acque che hanno invaso l’edificio proverrebbero da una fogna sovrastante il complesso, è necessaria quindi una bonifica accurata prima del rientro in classe dei piccoli alunni. Dalle prime sommarie informazioni che ho potuto acquisire, in via informale dai lavori pubblici, l’intervento di messa in sicurezza dovrebbe riguardare in primo luogo l’Acea, mi accerterò se fino ad ora questa sia stata contattata e le sia stato intimato di svolgere questi lavori.

Restano le enormi responsabilità che accerteremo nelle sedi opportune, di chi non ha previsto, neanche a fronte dell’allerta meteo, i potenziali pericoli. In primo luogo e senza dubbio, il sindaco Barbet e gli assessori che ha delegato. Non escludo a questo fine di chiedere l’istituzione di una commissione consiliare d’inchiesta ad hoc; necessario è anche quantificare una stima dei danni arrecati alla scuola e ai privati e do la mia massima disponibilità ai genitori dei bambini coinvolti che in questo memento stanno riflettendo sull’opportunità di presentare una querela per quanto successo. Del resto è la seconda scuola che chiude in una settimana, negli scorsi giorni hanno sbarrato le porte dell’Istituto Garibaldi di Setteville a causa di una derattizzazione straordinaria che si protrarrà fino a domenica. Tutti interventi che, per buona norma, si sarebbero dovuti svolgere nella pausa estiva, non certo nel corso dell’anno scolastico.

La pioggia a Montecelio di ieri è stata intensa, ma non eccezionale ormai… se non si effettuano prima dei lavori di ripristino delle condizioni minime di sicurezza mi sembra un vera incoscienza consentire il rientro a scuola.

Il Capogruppo in Consiglio Comunale

Arianna Cacioni