Mentana – Festa dell’uva vincono il carro di Casali e il vino di Egidio Limardi

Una bella giornata di sole ha visto centinaia di persone partecipare in piazza Carlo Alberto dalla Chiesa per la 64esima edizione della Festa dell’Uva (Domenica 6 ottobre). Una festa dal titolo “L’uva e il mito”, dove tra le novità principali si registra un concorso per il miglior vino mentanese. Ad aggiudicarsi il premio, grazie al 66 per cento delle preferenze tra gli avventori, è stato il vino “Garibaldino” di Egidio Limardi, secondo quello di “Vigna Sandroni” e terzo quello del giovane ex presidente dell’associazione bandistica Andrea Rosari. Hanno votato 316 persone. Tra i carri, che hanno iniziato la loro sfilata alle ore 15, è stato quello di Casali a raccogliere i maggiori consensi grazie al carro dal titolo “Il canto delle sirene”, secondi a pari merito il Centro storico con “Polifemo e Ulisse nella terra dei Ciclopi” e la Sargiatella con “Cantami o diva del pelide Achille l’ira funesta”, terzo il Rione 5 Pini con “La maga Circe”, quarto il Rione Moscatelli con “Mitica enoteca mentanese” e quinto premio per i bambini della maestra Silvia della scuola materna di via Brunelleschi e i suoi studenti vestiti da contadini. Durante la festa si sono esibite la banda di Mentana con le sue majorettes e la Giuseppe Verdi di Castelchiodato con le Dancing Majorettes di Roberta Ruggeri. Tra le novità di questa edizione della Festa, anche il “Garibaldi Show Cooking”: un live cooking con lo chef Paolo Celli, il Garibaldi delle tante feste mentanesi. In molti lo avevano conosciuto per il ruolo dell’Eroe dei Due Mondi interpretato durante molte feste, ma non tutti sapevano che in realtà quello di cuoco delle star è stato il lavoro che ha svolto maggiormente negli anni. Dopo la premiazione dei carri e dei gruppi vincitori, la festa è terminata con la musica dal vivo del Trio Monti.

di Fabio Orfei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *