Claudia, regina dai muscoli d’oro in venti giorni vince due mondiali, a Melbourne e NewYork

17 / 12 / 2019
claudia Messa

E’ salita sul tetto del mondo per ben due volte nel giro di appena venti giorni: in Australia, a Melbourne, il 26 ottobre, e poi a New York il 16 novembre. Nella storia del body building femminile italiano è un record unico quello siglato da Claudia Messa. La bella e infaticabile atleta tiburtina ha stravinto i due world Champ d’oltreoceano indetti dalle due federazioni mondiali simbolo del Natural Body Building , rispettivamente la ICN e la WNBF, e una volta tornata dalla Grande Mela ha ricevuto il riconoscimento di atleta rivelazione da parte della AINBB (Associazione Italiana Natural Body Building ) . Un fine anno ad alto tasso di adrenalina per la nostra regina dai muscoli d’oro che ha condiviso ogni momento della sua strepitosa escalation con il suo special coach, Luca Giubilei, con cui è felicemente sposata da sette anni. Prossimi obiettivi? “ Gareggiare anche l’anno prossimo ai mondiali di queste due federazioni prestigiose e nel frattempo prepararmi per un evento importante che si terrà in Corea nel mese di maggio – ci ha rivelato – Sarebbe un’altra bellissima occasione per abbinare le nostre due grandi passioni, per il body building e i viaggi!”

LA VOLATA DOPO IL RIMINI WELLNESS

Claudia ha ottenuto la qualifica al mondiale di Melbourne dopo l’en plein di vittorie conquistate nelle gare ICN Universe disputate al Rimini Wellness nel giugno scorso (medaglia d’oro sia nella categoria Over 30 che nella categoria Open , primo posto Overall, e argento Bikini PRO); la porta d’accesso al mondiale americano, invece, si è spalancata a ottobre, quando (dopo essersi riconfermata campionessa italiana NBFI) ha vinto l’argento al campionato WNBF ITALY (filiale italiana della federazione WNBF). Mai avrebbe pensato di fare quella che può essere definita un’impresa degna di una Wonder Woman del Body Building: sommando tutte le atlete dei due mondiali è riuscita, infatti, ad imporsi sui livelli di altissima qualità portati sul palco da 88 ragazze della sua categoria (Bikini S) . Merito di un lavoro quotidiano fatto di sudore e sacrifici e di una mentalità programmata per superare i propri limiti al di là dell’esito finale. Forse è proprio questo il suo segreto, ciò che l’ha porta ogni volta a misurarsi senza paura con traguardi che sembrano impossibili da raggiungere. “Quando ho vinto il mondiale in Australia, ero indecisa se accettare la seconda sfida di New York – ci racconta- La probabilità di fallire era dietro l’angolo perché il mio fisico aveva già sopportato lo stress di una stagione agonistica intensa, ma alla fine ha prevalso la voglia testarda che mai mi abbandona di mettermi comunque in gioco. Sarebbe stato troppo grande il rimpianto di non averci provato, anche perché l’anno scorso nello stesso campionato, disputato a Los Angeles, ero arrivata seconda e quest’anno ero sicura di poter portare una forma migliore”. Le due competizioni, oltretutto, si basavano su standard diversi e questo ha significato per Claudia seguire due programmi di preparazione diversi: “ il mondiale della WNBF richiede un tiraggio fisico maggiore per cui ho lavorato duramente per mantenere la stessa massa magra e aumentare la definizione”.

Sul palco Claudia conquista le giurie grazie ad un fisico scolpito a regola d’arte, proporzionato nei volumi di massa muscolare e perfettamente simmetrico. Altra carta vincente è il suo posing che dona un fascino particolare alle sue performance, applaudite anche dalle bellissime avversarie. “ In entrambe le competizioni ho trovato un ambiente fantastico e un senso di sportività sorprendente, tant’è che sono rimasta in contatto con tutte le ragazze della mia line tape. Sono deliziose”.