“Ho chiesto ai prefetti di assumere iniziative con l’Abi e le associazioni di categoria”

Intervista a Repubblica del Ministro Lamorgese sulla crisi e l'importanza per lo Stato di stare a fianco ai piccoli e medi imprenditori

19 / 05 / 2020

In un’intervista pubblicata oggi su Repubblica il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha evidenziato l’importanza delle istituzioni che devono essere a fianco ai piccoli e medi imprenditori in questo periodo di crisi.

«Per agevolare l’accesso al credito, ho chiesto ai prefetti di assumere iniziative con l’Abi e le associazioni di categoria – si legge nell’intervista – E ora faccio appello agli imprenditori in difficoltà: rivolgetevi alle istituzioni perché in gioco non c’ è solo la sopravvivenza delle vostre attività ma anche la salvaguardia dell’economia legale; segnalate alle forze di polizia proposte di aiuto provenienti da persone sconosciute o con modalità opache. Lo Stato c’è. E per gli imprenditori che sono già caduti nelle maglie della criminalità mette a disposizione il fondo anti-racket gestito dal Viminale».

I temuti problemi di ordine pubblico non si sono verificati. Gli strumenti adottati sono adeguati?

«Alle prime avvisaglie, lo Stato ha saputo muoversi con celerità e andare incontro alle necessità delle famiglie che hanno perso improvvisamente ogni forma di reddito. Ora dobbiamo evitare che la paura ceda il passo alla rabbia. Molte categorie economiche, commerciali e professionali dovranno affrontare mesi difficili e per scongiurare licenziamenti, chiusure e fallimenti dobbiamo evitare che le procedure rallentino i tempi di erogazione degli aiuti pubblici. Ma non possiamo rinunciare ai controlli: dobbiamo saper coniugare velocità della ripresa e legalità».