Il mago di Guidonia incanta Amadeus a “I Soliti Ignoti” (VIDEO)

Andrea Romanzi, prestigiatore di Collefiorito è stato ospite su Rai 1 lunedì scorso. L'intervista in edicola il 2 giugno su Tiburno

31 / 05 / 2020


Il Video della puntata andata in onda lunedì 25 maggio in prima serata su Rai 1 

Andrea Romanzi, 30 anni è un prestigiatore e vive a Colle Fiorito. Da un anno ha fondato “Illusion Forge” azienda di Guidonia che produce giochi di magia e illusioni

La sua più grande magia? Vivere della sua passione. Andrea Romanzi, 30 anni, in arte “Mago Veramente” nella vita fa il prestigiatore e lo scorso lunedì 25 maggio ha incantato l’Italia con la sua magia ospite alla trasmissione I Soliti Ignoti su Rai 1 presentata da Amadeus. Il mago di Colle Fiorito ha “teletrasportato” una banconota da 50 euro – firmata da Amadeus e dunque unica – da un punto all’altro del set con l’utilizzo di due “cornici”.

Un gioco di prestigio ideato e creato da lui personalmente nel suo laboratorio “Illusion Forge” a Guidonia nei pressi del centro commerciale Tiburtino. Andrea, che ha iniziato ad esibirsi come mago quando aveva 15 anni alle feste per bambini da anni porta i suoi spettacoli nei teatri e un anno fa ha fondato una fabbrica di giochi di prestigio, trucchi e illusioni insieme a un’azienda specializzata in scenografie per teatro, cinema e allestimenti.  Questa non era la sua prima volta in tv: nel 2015 ha partecipato alla trasmissione “Tu sì Que Vales” su Canale 5 esibendosi davanti a Belen Rodriguez.

C’è molto studio dietro i trucchi che porti sul palco?

Non ci si improvvisa prestigiatori. La magia è un’arte che ha più di 5000 anni, un buon mago deve studiare molto, dalla psicologia, alla capacità attoriale di stare sul palco. E poi c’è tanta pratica, mentre il pubblico vede una cosa, il mago ne sta facendo altre cinque.

Sei così anche nella vita reale?

Uno scatto nel set dei Soliti ignoti prima dell’inizio della puntata

È inevitabile un po’ di “deformazione professionale”, sono molto attento ai dettagli e sono bravo a coinvolgere chi ho davanti, ma è importante distinguere la scena dalla vita reale. Sul palco porto aspetti del “vero Andrea”, come la mia curiosità, il mio essere rimasto un po’ bambino, ma lascio a casa altri aspetti come la mia naturale timidezza.

Hai mai usato le tue doti di mago per conquistare una ragazza?

Sì, confesso di averlo fatto spesso! In realtà ho sempre con me un mazzo di carte per quando si crea l’occasione anche per stupire e intrattenere gli amici. La mia attuale fidanzata, Valentina, di Frascati l’ho incontrata facendo delle magie al tavolo in un locale di Roma. L’ho stupita indovinando il suo nome senza conoscerla. Solo tempo dopo le ho svelato che lo avevo letto nel biglietto di prenotazione sopra al tavolo. (El.gio)

 

—————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

L’articolo prosegue su Tiburno in edicola dal 2 Giugno