TIVOLI – Vinicio De Santis, addio allo stornellatore tiburtino

Si è spento a 94 anni l’ex operaio che cantava e suonava nei ristoranti e alle serenate. I funerali domani alle 10 nella chiesa di San Giorgio

17 / 09 / 2020

Sognava di diventare un cantante lirico, ma ai tempi della guerra e della fame le necessità erano altre e così fu costretto ad interrompere gli studi. Eppure quel sogno riuscì a coronarlo da autodidatta, forte di una voce ineguagliabile e una maestria nel suonare la chitarra.

Così Vinicio De Santis divenne uno dei più noti cantanti e musicisti tiburtini, molto apprezzato nei ristoranti e nelle serenate dagli anni Settanta agli anni Novanta. Ieri pomeriggio mercoledì 16 settembre lo stornellatore si è spento all’età di 94 anni. I funerali saranno celebrati domani, venerdì 18 settembre, alle ore 10 nella chiesa di San Giorgio, alla Cittadella dove ha sempre vissuto.

Terzo di sei figli, ex operaio specializzato alle Cartiere Segré e all’ospedale “San Giovanni Evangelista”, Vinicio lascia la moglie Eva Alessandrini e i figli Evaldo, Rino, Massimo e Catia. La sua è stata una vita per la musica e per il bel canto, passione e dote ereditata dal nipote Aliosha (nella foto), studente del Conservatorio e concertista.

L’APPROFONDIMENTO SU TIBURNO IN EDICOLA MARTEDI’ 22 SETTEMBRE