Polemiche a Tivoli per il nuovo regolamento di polizia urbana. “Vietato fare elemosina”

23 / 10 / 2020

La votazione in consiglio comunale sul nuovo regolamento di Polizia Urbana ha subito generato polemiche e proteste da parte di varie forze di opposizione, dentro e fuori il consiglio comunale.

Sugli scudi il PD contro la decisione di vietare l’elemosina nelle vie tiburtine.

“Ennesima decisione scellerata e disumana del Sindaco Proietti e della sua Maggioranza. È dal 1999 che l’elemosina non è più un reato, ma a Proietti questo non interessa; e non è interessato nemmeno alla situazione di povertà che vivono queste persone. L’importante per lui è negare qualunque situazione emergenziale in cui il comune è chiamato a dare una risposta, perché, evidentemente, non è in grado di darla.

Ma la votazione di oggi va oltre ogni lotta politica, partitica e amministrativa, perché fare la guerra ai poveri è veramente disumano, caro Sindaco, e per lei che è forte con i deboli e debole con i forti, abbiamo una sola parola: vergogna!”.

Ancora più pesante il commento del consigliere regionale Marco Vincenzi: “MI VERGOGNO DEL MIO SINDACO

Il Sindaco di una città dovrebbe essere il Sindaco di tutti in questo caso non è il mio. Oggi nel Consiglio Comunale di Tivoli il Sindaco con la sua maggioranza ha approvato l’introduzione del DIVIETO DI ELEMOSINA. Vietare l’elemosina, punendola con una sanzione amministrativa fino a 500 euro, è un atto di crudeltà inaccettabile. Mi vergogno del Sindaco di Tivoli che si vanta spesso di essere un elettore di centro sinistra. Il Sindaco di Tivoli, Giuseppe Proietti, che annovera una carriera ultradecennale di alto dirigente del Mibact, si è reso protagonista di una decisione disumana. Faccio un appello affinchè le donne e gli uomini che hanno a cuore i valori profondi della solidarietà si ribellino con tutte le iniziative previste dalla nostra legislazione affinchè questa norma del Comune di Tivoli sia cancellata”.

Anche da Una Nuova Storia critiche alla decisione: “Il Sindaco e la maggioranza contro i poveri.

E’ dal 1999 che dal Codice Penale è stato eliminato il reato di elemosina. Ma poco importa a chi è forte con i deboli e debole con i forti. Il tutto per la Tutela del decoro urbano”.