Mr Chiesa coccola il suo Capena

Per Neka il tempo sembra non passare mai, voglio recupare bea martin per domenica. il mio capena intelligente e tosto. 

04 / 11 / 2020

MISTER CHIESA COCCOLA IL SUO CAPENA

– Mister siamo entrati nella settimana che ci conduce alla 4° giornata di campionato, la seconda per noi; ci sarà l’esordio in casa, al PalaPertini di Fiano Romano, contro il Pelletterie. Prima di arrivare a parlare di questa partita però, parlaci un po’ delle sensazioni che state provando a seguito della vittoria in terra pugliese contro il Bisceglie
“Per questa squadra è stato l’esordio in Serie A, nella massima divisione, così come per molte giocatrici. Affrontavamo un avversario con altissime prospettive, che punta alle posizioni alte della classifica e nonostante ciò siamo riusciti a fare molto bene. L’organico del Bisceglie di quest’anno è infatti uno dei più forti che abbia mai avuto, in campo infatti abbiamo trovato un avversario che ha costantemente provato a far suo sia il risultato che la partita in sé; noi sapevamo di andare incontro ad una squadra che aveva bisogno di questi punti per poter “sognare” ma noi non ci siamo stati: credo che abbiamo fatto una partita importante in chiave difensiva coadiuvata da delle ripartenze veloci che hanno messo in difficoltà il Bisceglie. Ho visto nelle ragazze la voglia costante di non sbagliare, ma soprattutto quella di non voler perdere: la squadra ha infatti risposto molto bene. A loro mancavano un paio di pedine importanti, a noi gravava l’assenza di una giocatrice molto importante come Bea Martin, malgrado ciò è stato un Capena capace di proporre giocate importanti, di segnare 2 gol ed in più un altro che ci è stato annullato, che a me crea più di qualche dubbio anche dopo averlo rivisto… Abbiamo avuto l’opportunità di segnare ulteriori altre due marcature, delle quali una a portiere battuto. Noi abbiamo sofferto molto negli ultimi 6/7 minuti del primo tempo, dove hanno colpito un palo e una traversa, e nei primi minuti del secondo. Poi però alla fine li abbiamo controllati, il nostro portiere ha fatto un’ottima prestazione ma eravamo a conoscenza delle sue qualità fin da quando è stato preso. Son contento anche della prestazione del nostro capitano Neka, che oggi compie gli anni e le faccio tanti auguri, non poteva sicuramente festeggiare in maniera migliore. Sembra una di quelle giocatrici alle quali gli anni non passino mai, migliora col tempo, è molto importante per noi, per lo spogliatoio ed è bella a vedersi in campo.”
– Assolutamente, come già hai sottolineato se andiamo a guardare le singole prestazioni risaltano sicuramente quelle di Neka, alla quale rinnovo personalmente gli auguri, e Castagnaro. Il punto di forza di questa squadra, come hai già ribadito diverse volte, rimane comunque la compattezza del gruppo, la voglia di fare bene contro qualsiasi avversario e la professionalità dimostrata anche in campo da queste ragazze, che hanno cercato (con successo) di annullare, di bloccare l’iniziativa offensiva avversaria per poi colpire con delle veloci ripartenze.
“Esattamente. Penso che la tattica e la tecnica siano dei fattori fondamentali però poi a queste cose serve unire anche un’altra condizione fondamentale: devi essere il primo a credere a ciò che stai facendo, devi dare tutto te stesso per cercare di ottenere la vittoria. Questa squadra ha messo in campo un ottimo calcio a 5 ma la prerogativa massima è stata quella di non voler accettare una supremazia dell’avversario. Abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo e questo batte qualsiasi tattica, se riesci a dare più del previsto alla fine il risultato arriva.”
– Uno spirito molto promettente anche in vista dei prossimi impegni. Un piccolo appunto su Bea Martin, che non è potuta scendere in campo a Bisceglie, la potremo vedere in campo per la sfida contro il Pelletterie?
“Stiamo facendo di tutto per poterla avere. L’abbiamo presa come top player perché di questo stiamo parlando, oltre che dal punto di vista tecnico anche nello spogliatoio: la squadra la segue molto perché è una persona di una cordialità, di un’umiltà e di un’educazione massima e che viene ascoltata molto volentieri dalle compagne. Ci serve quindi tanto in campo che all’interno dello spogliatoio, speriamo di vederla all’opera contro il Pelletterie.”
– A proposito del Pelletterie, cosa ci puoi dire sulla compagine di Scandicci?
“Il Pelletterie è una squadra con dei nomi importanti, ad esempio Duco e Presto, conosciutissimi nell’ambito della Serie A. Dovrà lottare, come noi, fino all’ultimo per la salvezza perciò questo è uno scontro molto importante, dobbiamo cercare di non lasciare nulla al caso perché sono queste poi le partite che determinano il campionato. Perdere punti contro una diretta concorrente in un girone a 10 squadre può compromettere la stagione, dobbiamo fare una partita molto intelligente, dobbiamo dare il cuore per cercare di portare a casa il risultato. Quest’ultima caratteristica ci deve contraddistinguere per tutta l’annata.”
– Vi aspettate di affrontare questa partita in maniera diversa rispetto a quella con il Bisceglie o pensate di seguire la stessa filosofia adottata all’esordio?
“Dobbiamo ancora osservare bene quest’avversario, quindi avremo modo poi di decidere nel corso della settimana. In ogni caso, il Pelletterie merita massimo rispetto e noi dobbiamo cercare di essere una squadra convinta dei propri mezzi ma mai presuntuosa, anche perché questo non è nel nostro spirito non è nelle nostre corde. Volevo poi dire una mia considerazione personale: la squadra ha dimostrato una tenuta atletica impressionante e per questo devo ringraziare il nostro preparatore Marco Shindler e se la prestazione del nostro portiere è stata ad altissimi livelli non posso non ringraziare anche il nostro Emiliano Luminoso, non ne parlo mai ma per noi sono fondamentali. Un ringraziamento speciale anche a loro, così come a tutto lo staff tecnico, e non, che segue sempre con tanta cura e dedizione il Città di Capena. Un gruppo che sta venendo fuori molto bene, che dimostra di volersi divertire sia dentro che fuori dal campo; ci auguriamo quindi che possa essere una grande stagione.”