Da quando in qua le donne giocano?” Scoppia la polemica prima della Partita del Cuore 2021

25 / 05 / 2021

Un bruttissimo episodio macchia la vigilia della Partita del Cuore 2021, che andrà in scena questa sera all’Allianz Stadium di Torino: protagonista in negativo il dg della Nazionale Cantanti, fresco di dimissioni, Gianluca Pecchini.

Ma cerchiamo di fare ordine: la polemica nasce ieri, 24/05, in tarda serata quando sui profili Instagram di Aurora Leone e Ciro Priello, entrambi facenti parte della società di video produzione dei The Jackal, vengono pubblicate delle “stories” dove si vedono i due protagonisti della brutta vicenda, raccontare quanto accaduto.

Secondo le loro ricostruzioni, al momento della cena svoltasi all’interno del J|Hotel di Torino, i due si sarebbero seduti al tavolo della nazionale cantanti quando Pecchini avrebbe invitato Aurora ad alzarsi per spostarsi su un altro tavolo dove non erano presenti i giocatori che scenderanno in campo questa sera.  

Dopo un iniziale fraintendimento dei due, che dato avrebbero far parte della squadra dei “Campioni per la ricerca” si erano praticamente accomodati al tavolo della squadra “avversaria”, Gianluca Pecchini si è rivolto questa volta a Ciro, affermando che non era lui il problema, bensì Aurora che non poteva stare al tavolo dei giocatori “in quanto donna”.

Ovviamente la frase pronunciata dall’ormai ex direttore generale della Nazionale Cantanti ha lasciato perplessi i due comici, che alla richiesta di chiarimenti si sono sentiti rispondere frasi forse ancora più gravi: “Queste sono le nostre regole” “Non mi far spiegare il perché, tu non puoi stare qui”.

Nonostante ciò, Aurora Leone ha provato a difendersi mostrando la convocazione da parte dell’organizzazione e la richiesta della taglia per il completino ed è in questa occasione che sarebbe stata pronunciata la frase ormai diventata brutalmente celebre: “il completino puoi indossarlo in tribuna, da quando in qua le donne giocano?”

Visto l’accaduto, i due componenti della The Jackal hanno rinunciato a partecipare all’evento, ribadendo comunque l’importanza dell’iniziativa benefica di quest’ultimo ed invogliando i propri followers a donare per la ricerca contro il cancro.  

Questa mattina sono arrivate prima delle scuse da parte della Nazionale Cantanti tramite il capitano della squadra, Enrico Ruggeri, che però ha parlato di un allontanamento di “due volontari” generici ma in seguito, a dimostrazione della falsità di quanto affermato in precedenza, è giunta la notizia delle dimissioni di Gianluca Pecchini, che si dice responsabile dell’accaduto.

Un atto deplorevole che vede ancora una volta l’arretratezza di certi soggetti nei confronti di una tematica importante ma ancora troppo discussa e non ritenuta “normale” come quella delle donne nello sport, la cui presenza soprattutto all’interno del mondo del calcio è ancora discriminata e soggetta a critiche sessiste e misogine. Se tutto ciò non bastasse a far capire la gravità e l’ipocrisia di quanto accaduto, aggiungiamo che una volta entrati, tutti i partecipanti alla cena hanno ricevuto una mascherina che riportava la seguente frase: “Stop alla violenza sulle donne”. Un ulteriore schiaffo alla moralità.