Villa Adriana saluta Francesco Caponigro

08 / 04 / 2021

L’ex ottico trovato morto in una cava a Segni. Fatale un volo di venti metri.

di Adelaide Pierucci

Una caduta accidentale o un gesto estremo. Si indaga su due fronti per la morte di Francesco Caponigro, 46 anni, l’ex ottico di Villa Adriana trovato morto il sabato di Pasqua in una cava di Segni, per una caduta di una ventina di metri.

L’uomo stava vivendo un momento di confusione ed era scappato due volte dal reparto psichiatrico dell’ospedale di Colleferro, distante pochi chilometri, e dove era stato appena ricoverato. Aveva lasciato i documenti nella stanza. Al corpo però è stata una identità già dal giorno successivo perché la sorella Katia e il marito, sempre pronti ad aiutarlo, avevano presentato una dettagliata denuncia di scomparsa. Francesco Caponigro ha lasciato una figlia diciottenne che vive in Campania.

Sulla morte del quaranteseienne di Villa Adriana ha aperto una inchiesta la procura di Velletri, competente per territorio dato il luogo del ritrovamento. Il corpo è stato sottoposto ad autopsia giovedì 8 aprile. L’esame potrebbe accertare se il volo nella cava di Segni, un luogo che Francesco Caponigro non conosceva, possa essere dipeso da una caduta in un momento di disorientamento o il frutto di un gesto di disperazione. Per ora sembrano escluse altre ipotesi.

Aggiornamenti sul caso nel numero di martedì 13 di Tiburno.