Pil: previsioni ancora positive, crescerà al 4,7%

Nella Giornata Mondiale per l’Ambiente, e la voglia di tutti di organizzarsi per difendere la Terra, le stime del Pil fanno un balzo in avanti con una crescita al 4,7%

05 / 06 / 2021
pil

Ancora previsioni incoraggianti per il Pil, dopo quelle di Banca d’Italia, Ocse, Commissione europea: l’Istat ne rialza la crescita nel 2021, dal 4% stimato a dicembre al 4,7%, con +4,4% nel 2022. Per l’Istituto nazionale di statistica infatti nei primi mesi dell’anno lo scenario internazionale è stato caratterizzato da una decisa ripresa del commercio mondiale e da un progressivo miglioramento della produzione, seppure con tempistica e ritmi eterogenei tra i paesi, coinvolgendo in primis anche noi. Volano del balzo, i progetti e gli investimenti del Pnrr, il piano nazionale di ripresa e resilienza, anche se, e questa notizia non è rassicurante, il numero di disoccupati e persone in cerca di lavoro aumenterà, in particolare dopo la fine del blocco dei licenziamenti e delle misure di sostegno dello Stato. Per l’Istat, ci sarà un recupero anche nei consumi, con una crescita della spesa delle famiglie del 3,6%.